Dal munaciello alla strega di Port'Alba, le leggende napoletane diventano un fumetto

di Marco Perillo

La rocambolesca storia del munaciello, la Strega di Port'Alba e i misteri dei Girolamini, legati alla presenza del demonio. Sono queste le tre storie principali che compongono «Leggende napoletane» (Phoenix publishing, 6 euro), un fumetto scritto da Emanuele Pellecchia e Francesco Saverio Tisi, illustrato da Gianluca Testaverde.



Probabilmente il fumetto è uno dei veicoli migliori per rendere attuali certe vicende, strizzando l'occhio al lettore col viatico dell'horror. Nel corso della narrazione, come novelli Martin Mystère, due giovani napoletani s'imbattono nelle storie più cupe della loro città, sospesa tra antichità e modernità. Storie che si tramandano di generazione e in generazione prendono vita nelle loro vicende quotidiane, in un abbraccio contemporaneo da cui non riusciranno a liberarsi.

Lunedì 18 Marzo 2019, 19:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP