Con Desiato alla scoperta dell'Armonia nascosta di Napoli e del Cilento

Mercoledì 13 Ottobre 2021
Con Desiato alla scoperta dell'Armonia nascosta di Napoli e del Cilento

Un tour in una Napoli che trascende il tempo alla ricerca dell'armonia nascosta che si nega e si nasconde nella trama urbana. Portati per mano da Raphael Jones, il personaggio nato dalla mente di Renato Papale e dalla matita di Paco Desiato per The Spark Press che, con questo intrigante graphic novel, vuole accompagnare bambini e ragazzini in una visita unica, invitandoli, attraverso giochi presenti alla fine del volume, all'avventurosa scoperta della città che si svela attraverso le sue figure simbolo.

L'archeologo americano, dopo essere piombato in un viaggio onirico, incontra la sirena Parthenope ed involontariamente assistite al mito della fondazione di Napoli, percorrendo da qui trenta secoli di sviluppo urbano, per poi finalmente sentirsi rivelare da Virgilio che «'a Città nun perde: annascónne», parafrasando un noto proverbio napoletano. La presentazione di Raphael Jones alla ricerca dell'Armonia Nascosta si terrà il 16 ottobre, ore 11, negli spazi della libreria The Spark Mondadori di piazza Bovio 33, testimonial Mario Punzo, direttore della Scuola di Comix che dialogherà con gli autori. L'iniziativa rientra all'interno della programmazione ComiconExtra e prevede anche una mostra delle tavole illustrate contenute nel libro. La giornata di lancio proseguirà, a partire dalle 16.20, con una seconda parte dedicata interamente ai ragazzi, principali destinatari del racconto a fumetti, che saranno coinvolti in una divertente e stimolante caccia al tesoro tra le strade della Napoli più antica alla ricerca dell'armonia, intesa, spiegano Papale e Desiato, «in tutte le sue forme, ovvero quella che intercorre tra il territorio naturale e la città edificata, tra i diversi quartieri, tra il quartiere e i suoi abitanti, tra gli edifici e gli spazi urbani, tra i cittadini che condividono gli spazi, nell'animo talvolta turbato delle persone».

Il titolo richiama volutamente il saggio di Raffaele La Capria, L'Armonia Perduta, nel quale lo scrittore, alla fine degli anni '80, raccontò Napoli come un luogo nel quale vivono ceppi culturali distinti e diffidenti che un tempo erano in armonia, ma che nell'oggi si incontrano quotidianamente senza mai riconoscersi. Il messaggio del graphic novel però è diverso: l'armonia non è perduta ma semplicemente nascosta. Il progetto editoriale ha un intento chiaramente formativo (si può partecipare alla ricerca dell'Armonia nascosta attraverso il sito web www.ardann.org ed una app per smartphone di narrazione geolocalizzata). L'esperienza di sabato sarà solo l'introduzione, giacché l'auspicio di The Spark, se la “prima” avra successo, è di continuare con una serie di racconti monografici, «possibilmente costruiti con la collaborazione degli stessi lettori, che saranno coinvolti attraverso le associazioni e le scuole mediante una piattaforma collettiva di storytelling per un dialogo bidirezionale, continuativo e di scoperta».

Intanto Desiato continua la sua collaborazione con il Parco del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e firma, nella collana Storie Facili edita da Equinozio eventi, il quinto episodio della Principessa Primula, la sovrana di un luogo bellissimo e fragile sul quale vigila con i suo amici e fidi cavalieri Lupo, gran maestro della montagna, Luntra, la lontra che protegge i corsi d'acqua, Ruga la tartaruga, che difende mare e spiagge, Martin, un azzurro Martin pescatore che con gli occhiali d'aviatore sorvola il Regno e Re Ulivo, il più vecchio albero d'ulivo del Parco e forse anche del mondo intero. La saga, ideata e prodotta da Giulio Di Donna e Salvatore Ambrosino, è scritta e disegnata dal fumettista napoletano. Gli albi sono distribuiti gratuitamente ai bambini perché, sottolinea il presidente del Parco Tommaso Pellegrino, «devono imparare ad amare e tutelare la propria terra». Il libriccino, L'onda nera, racconta la speranza per una ritrovata via d’uscita dal dramma della pandemia che ha diffuso sofferenza e morte in tutto il pianeta e pone l’attenzione sulla dura lezione che ci ha inferto la natura e che non possiamo sottovalutare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA