Diritto d'autore, la battaglia finale: duello a Bruxelles sul copyright

di Francesco Pacifico

Giulio Papetti, in arte Mogol, chiama tutti alle armi: «Siamo in guerra, si sta attentando al diritto d'autore. Responsabili sono le multinazionali piene di miliardi. Ma spero tanto che vinceremo: loro hanno i miliardi e fanno attività di lobbying, noi aBbiamo ragione». Luigi Di Maio invece è convinto che siamo di fronte a «un attacco alla libertà della rete». Domani a Bruxelles s'inizia a votare la direttiva Ue sul copyright, l'altro pezzo dopo il nuovo regolamento della privacy (il Gdpr passato nei mesi scorsi) con il quale la Ue prova a dare una forma giuridica a un settore, l'It, che è cresciuto anche grazie alla deregulation. E nell'aula dell'Europarlamento partiti e deputati dei singoli gruppi sono spaccati anche trasversalmente, che nessuno sa scommettere sull'esito finale.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 11 Settembre 2018, 10:30 - Ultimo aggiornamento: 12 Settembre, 10:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP