«Il mistero del diamante», il nuovo libro di Salvatore Testa dedicato a Ciro Paone fondatore della Kiton

Sabato 20 Novembre 2021
«Il mistero del diamante», il nuovo libro di Salvatore Testa dedicato a Ciro Paone fondatore della Kiton

È dedicato al compianto Ciro Paone, fondatore della Kiton, uno dei brand della moda più conosciuti a livello internazionale, il nuovo libro di Salvatore Testa, “Il mistero del diamante”, disponibile su Amazon in formato sia cartaceo che kindle.

L’iniziativa del presidente del SeLF – Secondigliano libro festival – vuole omaggiare una persona che da una sartoria artigianale del quartiere ha preso il via per creare un’azienda che vanta ben sei stabilimenti in Italia e una cinquantina di esercizi monomarca in vari paesi e, al tempo stesso, un comparto che negli anni Cinquanta del secolo scorso ha contribuito in maniera determinante alla trasformazione della moda maschile ed oggi soffre per la mancanza di giovani che si avvicinino a questa attività.

Video

“Il mistero del diamante” è un romanzo di 120 pagine che si sviluppa in una bottega artigiana ubicata in un vicolo dei Quartieri Spagnoli, a ridosso della centrale via Roma, con uno spaccato di vita operaia negli ultimi decenni del Novecento.

All’interno della bottega un nobile decaduto, ora venditore di gioielli ‘porta a porta’, si accorge di non avere più nella borsa un prezioso spillo da cravatta con diamante. Risultate infruttuose le ricerche in tutto il laboratorio, l’uomo sporge denuncia contro ignoti, ma le indagini si accentrano, ovviamente, sulle persone presenti in sartoria, e, soprattutto, su uno degli operai che da un po’ di tempo è solito allontanarsi dal laboratorio per consumare il pasto lontano dai colleghi. Un atteggiamento alquanto sospetto che l’operaio cerca di mantenere per nascondere una “storia” clandestina, fra persone sposate, che sta vivendo con una operaia esterna alla bottega.

Alla fine il gioiello sarà ritrovato e consegnato in maniera anonima al funzionario di polizia che si sta occupando delle indagini. La vita nella sartoria ritorna alla normalità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA