L'amico Ubaldo: un libro che racconta una generazione

Una serata per ricordare Ubaldo Grimaldi,  dirigente dell' Istituto Tilgher, ma anche per ripercorrere la storia di una generazione di giovani cattolici del dissenso (il Gruppo del vico), che a Ponticelli, periferia napoletana, dopo il '68, dovette combattere per poter affermare nelle parrocchie il concetto dell'autonomia delle scelte politiche dei credenti.
Il dibattito di ieri  presso la Biblo-mediateca "Ethos e Nomos" in via Bernini al Vomero, è stato introdotti da Giuseppe Improta autore del libro "L'amico preside Ubaldo. Dal "Dissenso cattolico" e dalla Casa del Popolo di Ponticelli a Dirigente scolastico ed Assessore ad Ercolano",  Il Quartiere edizioni.

Un' occasione per confrontarsi ma anche per raccogliere le testimonanze di una generazione che a Ponticelli, fra gli anni '60 e '70, animò la vita politica e culturale di un quartiere all'epoca vivo e ricco di fermenti. Un incontro interessante, ma anche un modo per progettare un futuro diverso per una zona devastata dal dopo terremoto.
Sabato 2 Febbraio 2019, 21:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP