«L’amore non muore», il romanzo di Puca tra omicidi e sentimenti

Martedì 5 Novembre 2019
In libreria, edito da Colonnese, il nuovo romanzo di Gianni Puca «L’amore non muore» (206 pag., euro 15).

Protagonista è il giornalista-scrittore Luca Catizone, che dopo aver pubblicato numerosi testi umoristici, decide di cimentarsi con un genere letterario diverso. Dopo l’incontro con il fantasma di un nobile, ucciso qualche secolo prima per difendere la sua amata, tutti i personaggi del suo romanzo cominciano a materializzarsi nella realtà, svelando verità inquietanti su insospettabili religiosi, poliziotti e stimati professionisti. Due i misteri principali intorno ai quali gravitano le vicende del romanzo nel romanzo: l’omicidio di un sacrestano e il passato di Chiara Tempesta, bella e coraggiosa ispettrice di polizia che Luca conosce sul luogo di un delitto, e con la quale nasce una storia d’amore tormentata. Protagonista è l’Amore, che si racconta attraverso narratori defunti, assassini, baby-prostitute e persone comuni, tra cui invisibili creature dimenticate dalla vita.

Giovanni Puca, detto Gianni, nasce a Casoria il 25 luglio del 1973, laureatosi in Giurisprudenza, presso l’Università di Napoli Federico II, esercita la professione di avvocato civilista, specializzato involontariamente in separazioni e divorzi. Da sempre appassionato di scrittura ispirato da paradossali esperienze professionali decide di essere l’autore di una commedia teatrale dal titolo Finché l’avvocato non vi separi, edita dalla Kairòs. Ma non sarà l’unica commedia infatti sciverà a quattro mani con Gino Rivieccio dal titolo “Intrigo al caravan petrol”. Autore inoltre di numerosi testi che spaziano “Io sono un altro” giallo noir a tinte rosa ambientato in una città tutta grigia, ai libri di favole per bambini (ed ex bambini) scrive” Il Principe Quasiazzurro e la password maledetta”. © RIPRODUZIONE RISERVATA