«Laboratorio mediterraneo», il saggio che unisce fotografia, ambiente e letteratura

Lunedì 13 Dicembre 2021
«Laboratorio mediterraneo», il saggio che unisce fotografia, ambiente e letteratura

La prima presentazione pubblica di «Laboratorio mediterraneo. Viaggio tra fotografia, ambiente, letteratura e scienze sociali: storia e futuro del mare tra le terre» si terrà a Napoli. Si tratta di un saggio corale, un contributo collettivo di esperti con l’intento di elaborare uno schizzo, intraprendere un viaggio multidisciplinare e interdisciplinare attraverso il Mediterraneo, l’area euro-mediterranea, la sua cultura, il suo futuro.

Insieme a Nicola Saldutti e Patrizia Varone, martedì 14 dicembre alle ore 17.00 in via Bisignano 11 alla sede di Guida Editori si parlerà del saggio. Con loro, gli autori napoletani che hanno contribuito. Il saggio incrocia le esperienze di 6 autori-fotografi (Mimmo Iodice, Vasco Ascolini, Tami Notsani, Natalia Saurin, Pio Tarantini, Raffaela Mariniello) con esperti ambientalisti, biologi marini, critici, architetti, scrittori che, seguendo l’esperienza dello spazio sperimentale del Mediterraneo, condividono ricerche e riflessioni multidisciplinari in nome di una pluralità culturale e della cooperazione quali percorsi condivisi di una ricerca che apra nuove rotte evolutive. È un viaggio non esaustivo, appena intrapreso, che invita a riflessioni, per individuare nuovi itinerari avendo come bussola le culture, le interazioni tra le persone.

Video

Insieme ai fotografi elencati, hanno contribuito: Antonella Del Giudice, scrittrice, Marco Perillo, scrittore e giornalista, Monica Mazzolini, storica dell’arte, Marco Molino, scrittore e giornalista, Ugo Leone, esperto in politica dell’ambiente, Bruna Mancini, docente di letteratura inglese, Vittorio Raschetti, critico d’arte, Maria Cristina Gambi, biologa ed ecologa marina, Antonella Violano, docente di tecnologia dell’architettura.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA