​Torna #LaMiaVitaDopoIlCOVID con una puntata speciale dedicata alla maturità e all'orientamento universitario

Martedì 16 Giugno 2020
Torna #LaMiaVitaDopoIlCOVID con una puntata speciale dedicata alla maturità e all'orientamento universitario. Mercoledì 17 giugno su comunicazione.cnr.it e sui canali social di CNR.Comunicazione, ricercatori e scienziate si confrontano con i giovani con il coordinamento di Max Mizzau Perczel e Silvia Mattoni e la regia di Roberto Natalini.



Si parte con il Fuori programma per Uno sguardo sul mondo della maturità 2020 con Riccardo Pieranunzi di ScuolaZoo, media brand di riferimento della Generazione Z seguito da 10 milioni di ragazzi sui social, che parlerà dei giovani e di come hanno reagito all'emergenza. Dalle 15.15 ospiti Roberto Natalini, direttore Istituto per le applicazioni di calcolo Mauro Picone del Cnr, e Jacopo Cavagna, studente al Collegio Internazionale United World College of the Atlantic in Galles, nominato alfiere della Repubblica dal presidente Mattarella per avere rifondato il gruppo Young for Unicef di Rimini, con il quale ha guidato progetti per minori stranieri non accompagnati, giovane ambasciatore di Unicef Italia al Parlamento Europeo e fra i membri del Comitato d'Onore Interministeriale per i Diritti Umani.

Tra le 15.40 e le 16 Elisabetta Baldanzi, fisica dell'Istituto nazionale di ottica del Cnr ed esperta di programmi Cnr per i giovani, spiegherà perché la nuova piattaforma Outreach.cnr.it può aiutare gli studenti maturandi e universitari a fare ricerca sfruttando le piattaforme online e si confronterà con Ermelinda Parretta neolaureata in Medicina e musicista partecipante al progetto MuSa fin dalla sua iscrizione all'Università La Sapienza che poi si esibirà in diretta suonando al pianoforte, Libertango di Astor Piazzolla.

Tra le 16 e le 16.20 concluderanno Luca Pietromarchi, rettore di Roma Tre e docente di letteratura francese, sull'importanza dell'orientamento in università e online per le matricole e sui benefici e super oteri" degli studenti maturandi, e di altri gradi scolastici, che studiano le lingue e culture straniere, insieme con Nicolò Vallana, nominato alfieri della Repubblica dal presidente Mattarella insieme con Luca Fermi ed Edoardo Puce, tutti studenti dell’istituto “Belluzzi-Da Vinci” di Rimini che per aiutare un compagno di classe, appena uscito dal coma e costretto a indossare un busto rigido, hanno ideato e realizzato un busto ortopedico flessibile, altamente tecnologico, che ha migliorato le condizioni di vita del giovane reduce dall’incidente. Il busto flessibile è stato poi presentato alla Fiera dei giovani scienziati Fast di Milano ed è stato selezionato per la Fiera della tecnologia di Dublino.Ultimo aggiornamento: 17 Giugno, 21:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA