Premio Melina Doti, vince la lucana ​Maria Giuseppina Robilotta

Già insegnante di italiano negli istituti superiori la scrittrice è stata premiata per il racconto «Il pranzo dell'onorevole», un episodio inedito della vita di Nitti

Francesco Saverio Nitti
Francesco Saverio Nitti
Sabato 2 Dicembre 2023, 20:01
2 Minuti di Lettura

Maria Giuseppina Robilotta di Potenza ha vinto la quarta edizione del premio letterario nazionale «Melina Doti», riservato agli over 50, l'età in cui l'autrice - nata a Sasso di Castalda, nella provincia lucana, nel 1933 e morta a Foggia nel 2015 - cominciò a scrivere i suoi libri.

Robilotta, già insegnante di italiano negli istituti superiori, è stata premiata per il racconto «Il pranzo dell'onorevole», un episodio inedito della vita di Francesco Saverio Nitti, il presidente del Consiglio di origine lucana, protagonista nel 1919 a Montemurro della storia narrata da Robilotta. Per il secondo posto, la giuria, presieduta da Carmen Lasorella, ha scelto «Anni '50 - Al Principe Verde», di Giorgio Marconi, romano, informatico ed autore di sceneggiature per cortometraggi. Terzo posto per Franco Cacciatore, giornalista e scrittore lucano di Melfi, con «Come coperta le stelle».

Il premio, «approdato in maggio al Salone del Libro di Torino, nell'anno del 90/o anniversario della nascita di Melina Doti celebrato dalle Poste con annullo apeciale - è specificato in una nota - ha inaugurato una partnership con un'eccellenza lucana nel mondo: è stata la Brand manager Letizia Vena ad annunciare la sinergia tra Amaro Lucano ed il premio, nata dal comune legame con le radici proiettate nel futuro, come la famiglia Vena fa da 130 anni che festeggerà nel 2024.

E 'Le radici al tempo dei social' è il tema del 'Melina Doti', riservato a scrittori over 50 di racconti brevi che aiutino i più giovani a credere nel domani».

© RIPRODUZIONE RISERVATA