Pulcinella sfida il coronavirus nel nuovo libro di Iannelli

Martedì 7 Luglio 2020 di Marco Perillo
Durante l'emergenza Coronavirus ha tenuto compagnia sui social lanciando sfide culinarie nel segno della tradizione partenopea a suon di pizze, dolci e specialità varie. Ma nel contempo Angelo Iannelli, artista poliedrico, preparava un libro in cui raccontava il dramma del Covid. "Viaggio nella pandemia - la sfida di Pulcinella" è la nuova opera narrativa di Iannelli (Albatros edizioni, 15 euro) in cui la grande maschera napoletana, tra sberleffi e provocazioni, riesce a donare a tutti un sorriso e una speranza di un pronto ritorno alla normalità.

Solo con la sua innocenza e genialità Pulcinella è in glado di farci tornare il buonumore ma senza dimenticare le lacrime e i tanti morti nel mondo. Iannelli lo sa e in 110 pagine affronta con una certa serietà il tema della pandemia a livello globale, la crisi sanitaria, la sperimentazione della cura anticovid, le misure restrittive del governo italiano, la tragedia economica e sociale, la scuola, i meno fortunati nel periodo del lockdown, la solidarietà, il terrorismo mediatico.

Non è un caso che il volume si avvalga della prefazione di un virologo come Giulio Tarro, nella quale sottolinea la sua convinzione dell'origine naturale del Covid. Per il resto è un diario nei giorni più difficili, rinchiusi tra le mura di casa, tra paure e sgomento, ansie e depressione alle piorte. E' proprio qui che la potenza di Pulcinella scende in campo e tra una riflessione e l'altra. Tra una riflessione e una battuta, l'emblema della Napoletanità diventa una sorta di sprone per la ripartenza. 
Ultimo aggiornamento: 15:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA