“I covoni” di Claude Monet all'asta, un quadro dei record da 55 milioni di dollari

I «covoni» del pittore francese Claude Monet (1840-1926), maestro dell'Impressionismo, tornano di
nuovo all'asta in primavera, con l'obiettivo di conquistare un nuovo record mondiale. La casa Sotheby's metterà in vendita, nella sua "Evening sale" del 14 maggio a New York, un celebre dipinto raffigurante dei «mucchi di fieno», uno dei 25 che Monet realizzò con questo soggetto. Dei 25 dipinti, solo 8 rimangono tuttora in mani private e quello che sarà battuto il prossimo 14 maggio non era più apparso in pubblico dal 1986, anno in cui acquistato all'asta per 2,5 milioni di dollari. La stima per questo quadro ora si aggira intorno ai 55 milioni di dollari.

Un quadro della celebre serie «I covoni» («Meule») detiene il record per le opere dell'artista: da Christie's, a New York, il 16 novembre 2016 è stato venduto per 81,4 milioni di dollari. Il record precedente risaliva al giugno 2008 quando «Lo stagno delle ninfee» era stato aggiudicato per 80,4 milioni di dollari a Londra.

La tela dai colori abbaglianti del 1891 - nella luce soffusa di un tramonto in campagna i mucchi di fieno si stagliano come colline all'orizzonte - guida un'importante collezione privata di otto dipinti impressionisti in asta nella serata del 14 maggio a New York, con opere di maestri come Pierre Bonnard, Camille Pissarro, Édouard Manet, Pierre-Auguste Renoir, Paul Signac, Alfred Sisley e Édouard Vuillard.
Domenica 31 Marzo 2019, 19:33 - Ultimo aggiornamento: 31-03-2019 21:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP