Diabolik, a Milano la mostra sul “Re del terrore” e la sua passione per il design

Ci sono tavole in cui cui compaiono rifugi ispirati a grandi architetture, come la casa sulla cascata di Frank Lloyd Wright e la Maison di Louis Carré di Alvar Aalto, e oggetti del migliore design italiano, come il televisore Algol di Marco Zanuso e Richard Sapper o la lampada Arco di Pier Giacomo e Achille Castiglioni. Punta sulla passione per il design, un aspetto poco noto della personalità del Re del terrore” e della sua compagna Eva Kant, la mostra “Diabolik. Milano 1962: la nascita di un mito”, che sarà aperta dal 26 marzo al 12 aprile all’Urban Center di Milano, realizzata dalla casa editrice Astorina. In concomitanza con la Design Week milanese.

Diabolik nasce nel 1962 a Milano, dove erano nate le sue creatrici, Angela e Luciana Giussani. Apre la mostra un percorso dedicato alla storia delle sorelle Giussani, e – implicitamente – di Diabolik e Eva Kant. Vista la concomitanza con il Salone del Mobile, nato nel 1961, un anno prima di Diabolik, l’esposizione si occupa appunto del suo interesse per il design. A corredo della mostra, foto storiche, filmati d’epoca e memorabilia legate a Diabolik, il fumetto nato nel novembre del 1962.
Venerdì 22 Marzo 2019, 16:15 - Ultimo aggiornamento: 22-03-2019 16:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP