Evola vola a Bolzano: battuto all’asta per 50mila euro da Bozner Kunstauktionen

Sabato 28 Novembre 2020
Evola vola a Bolzano: battuto all’asta per 50mila euro da Bozner Kunstauktionen

L’arte moderna è di scena a Bolzano. Nonostante la pandemia da Covid 19, il mondo dell’arte sembra non conoscere crisi. La Bozner Kunstauktionen, la casa d’aste nata nel 2002 a Bolzano e oggi leader in tutto il territorio che va da Innsbruck a Verona, ha battuto all’asta l’olio su cartone del 1923 di Julius Evola per oltre 50 mila euro.

«A conferma del successo già riscontrato nelle nostre ultime aste per Evola – spiega il direttore di Bozner Kunstauktionen Stefano Consolati – l’opera, che è considerata una vera rarità nel momento più fiorente della sua produzione artistica, è stata aggiudicata da un collezionista italiano per 57mila euro, più i diritti».

Sul retro del dipinto, la dedica personale del filosofo al senatore Giovanni Gentile, all’epoca dell’omaggio ministro dell’Istruzione. «Ritengo che Evola abbia pagato negli anni Ottanta l'accostamento con la sua figura di filosofo e con le sue posizioni molto discusse. Una volta venuta meno questa associazione, Evola sta ottenendo il giusto riconoscimento come uno dei principali artisti nella storia del dadaismo in Italia».

Molto bene anche i dipinti di Giulio D’Anna e Gerardo Dottori, aggiudicati, rispettivamente, per 7 mila euro, più i diritti e 28mila euro, più i diritti.

«Siamo molto soddisfatti – conclude Consolati – la presenza on-line e telefonica è stata notevole, nonostante il momento che stiamo vivendo ( ricordiamo che era vietata l’asta in presenza dalle regole anti contagio). I lotti più importanti sono stati tutti venduti, e anche molto bene, a testimonianza che i collezionisti ricercano sul mercato opere di valore e, per quelle, sono ancora disposti a spendere». 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA