Galleria Borghese, più biglietti e nessuna cosa all'ingresso: aumenta la qualità della visita

Martedì 12 Ottobre 2021
Galleria Borghese, più biglietti e nessuna cosa all'ingresso: aumenta la qualità della visita

Migliora la qualità della visita a Galleria Borghese: più biglietti (+20%) e nessuna cosa all'ingresso grazie a una nuova modalità di ingresso, con un flusso continuo di visitatori che evita la formazione di code: il tutto grazie a una fase di studi, indagini e sperimentazioni realizzata con la collaborazione con l'Istituto per le Applicazioni del Calcolo «Mauro Picone» del Consiglio Nazionale delle Ricerche. Il progetto, che si è svolto negli ultimi mesi, era cominciato attraverso un sistema di ricevitori Bluetooth, dislocati in tutte le sale di entrambi i piani del Museo, in grado di ricevere il segnale di Beacon trasmittenti distribuite ai visitatori.

 

Con i dati raccolti è stato possibile costruire un simulatore in grado di riprodurre gli spostamenti dei visitatori, i tempi di permanenza all'interno delle sale e i percorsi più seguiti; verificare i tempi di visita e individuare, attraverso un algoritmo, i valori ottimali di tutti i parametri per massimizzare il numero di visitatori giornalieri, evitando però gli affollamenti eccessivi in ogni sala e la chiusura ogni due ore dei turni come avveniva sinora, nel rispetto delle misure di sicurezza. Questo progetto inoltre ha permesso di migliorare la conservazione delle opere d'arte, eliminando le fluttuazioni termoigrometriche dovute alla chiusura e apertura dei turni di ingresso e quindi minimizzando le variazioni, se pure lievi, dell'assetto microclimatico delle sale museali. La durata della visita resta della durata di due ore, sempre con prenotazione obbligatoria.

Ultimo aggiornamento: 17:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA