Leo Putz batte il record all'asta di Bozner a Bolzano: quadro venduto per 110mila euro

Lunedì 6 Dicembre 2021
Leo Putz batte il record all'asta di Bozner a Bolzano: quadro venduto per 110mila euro

La crisi non ferma l’arte. Successo rinnovato per la Bozner Kunstauktionen, la prima casa d’aste altoatesina, che si aggiudica il miglior risultato di sempre nella due giorni dedicata all’arte moderna che si è conclusa ieri sera a Castel Mareccio, Bolzano.

Bel modo di festeggiare il suo ventennale, la prima asta di Bozner fu nel 2001 e il successo in questo lungo periodo si è consolidato anno dopo anno.

Aggiudicato ieri per 110mila euro, più i diritti, il quadro di Leo Putz, che alla fine è andato ad una fondazione d’arte tedesca, ma a contenderselo erano davvero in tanti.

Video

«Quello dell’artista meranese è stato il miglior risultato di quest’anno di tutte le aste internazionali su Putz - spiega il direttore della casa d’aste Stefano Consolati -. Partivamo da una base d’asta di 34mila euro e i collezionisti hanno fatto davvero a gara per aggiudicarselo».

Tanti però anche quelli collegati dalla Grecia, per comprare una grande carta da parati francese di fine ‘800, che rappresenta la liberazione della penisola ellenica. E che è stata aggiudicata per 52mila euro, più i diritti.

Dalla Grecia agli Stati Uniti fino alla Germania e, per la prima volta, anche alla Cina, dove sono finiti alcuni disegni di Albrecht Durer, il famoso artista del rinascimento tedesco.

Moto bene anche i manifesti degli anni Trenta e Cinquanta di Franz Lenhart.

La sessione di ieri riguardava l’arte tirolese ma ricordiamo anche che venerdì, nella parte dedicata all’arte moderna, l’acquerello di Tullio Crali e il multiplo di Hermann Nitsch sono stati aggiudicati rispettivamente per 40 mila euro, più i diritti e 26 mila euro, più i diritti.

«A testimonianza di come – conclude Consolati – l’arte continui ad essere una forma di investimento garantita nonostante la crisi, o forse, aggiungerei, proprio per quella».

© RIPRODUZIONE RISERVATA