Paestum, al via la XXIII Borsa mediterranea
del turismo archeologico: c'è De Luca

Mercoledì 24 Novembre 2021
Tabacchificio Cafasso

Convegni, conferenze e appuntamenti culturali dai quali scaturiranno nuove proposte per la valorizzazione del patrimonio culturale e per il rilancio del turismo. Domani 25 novembre sarà inaugurata la XXIII Borsa mediterranea del turismo archeologico, fino al 28 novembre nella location definitiva del Tabacchificio Cafasso, sito di archeologia industriale «simbolo della Piana del Sele», così definito da Gillo Dorfles.

«Un forte grazie al sindaco Franco Alfieri che, con il suo impegno a riqualificare il Tabacchificio Cafasso in tempi brevi, dopo 22 anni ci consente di dimostrare che al Sud con centri espositivi adeguati e non precari si possono realizzare iniziative di valore internazionale e riscuotere attenzione da parte delle istituzioni, degli addetti ai lavori, del grande pubblico, della stampa - dichiara Ugo Picarelli, fondatore e direttore della BMTA - Il parco archeologico di Paestum e Velia, per il quale fu ideata nel 1998 la BMTA per affiancare il processo di valorizzare del sito inserito da quell’anno nel patrimonio mondiale dell’umanità, aprirà le porte della città antica e del museo ai numerosi relatori, espositori, giornalisti, visitatori, grazie alla preziosa collaborazione del direttore a interim Massimo Osanna e del consigliere di amministrazione Alfonso Andria, che da presidente della Provincia volle sostenere la BMTA fin dalla nascita e poi accompagnarla nel corso delle sue 22 edizioni, avendo sempre al suo fianco, ora quale presidente onorario della Borsa, Mounir Bouchenaki, che all’epoca della candidatura del sito all’Unesco ne era direttore dell’ufficio del patrimonio e subito dopo vice direttore generale per la cultura.

Video

La Borsa dal 1998, per 22 anni, ha costituito una best practice per la valorizzazione del sito Unesco, offrendo opportunità per quanti ne abbiano colto la valenza. Ora, consapevoli di fare ancor di più la propria parte, la BMTA si fa artefice di tre visioni, da consegnare ai soggetti titolati perché le rendano fattibili e attuabili a breve e medio termine: una internazionale, una nazionale e una locale.

La Regione Campania è presente con un ampio spazio espositivo di 200 mq, grazie all’assessore al turismo Felice Casucci e al direttore generale per le politiche culturali e il turismo Rosanna Romano, che hanno reso possibile anche la partecipazione dei buyer europei selezionati dall’Enit e dei buyer nazionali, protagonisti nell’educational e nel workshop di sabato 27 novembre ore 10-18 per l’incontro con gli operatori turistici dell’offerta e che hanno messo in campo incontri, attività e un catalogo online per promuovere il patrimonio archeologico campano non solo dei grandi attrattori, ma soprattutto delle aree interne, alle quali tanto tiene il presidente Vincenzo De Luca, che dal 2018 ha inserito la BMTA nel calendario ufficiale delle fiere della Regione (con Londra, Berlino, Madrid, Mosca, Milano, Rimini) dandole rilancio e prestigio».

La conferenza di apertura (Sala Nettuno ore 10 - 12) sarà introdotta dagli indirizzi di saluto di Franco Alfieri, sindaco di Capaccio Paestum; Alfonso Andria, consigliere di amministrazione parco archeologico di Paestum e Velia; Tommaso Pellegrino, presidente parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni; Mounir Bouchenaki, presidente onorario della BMTA. Coordinerà Ugo Picarelli,fondatore e direttore della BMTA. Introdurrà la conferenza Felice Casucci, assessore alla semplificazione amministrativa e al turismo della Regione Campania. Interverranno Alessandra Priante, direttore Regione Europa UNWTO in collegamento dalla sede di Madrid; Carlo Corazza, capo ufficio del Parlamento Europeo in Italia; Giampaolo D’Andrea, consigliere del ministro della cultura. Concluderà l’iniziativa Massimo Garavaglia, ministro del turismo in collegamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA