Vittorio Sgarbi battezza il sensazionismo: nasce una nuova corrente artistica ad Acerra

Vittorio Sgarbi battezza il sensazionismo: nasce una nuova corrente artistica ad Acerra
di Enrica Buongiorno
Martedì 1 Novembre 2022, 18:37
3 Minuti di Lettura

Nasce una nuova corrente artistica, il sensazionismo. Alla Galleria artistica di Giacomo Pietoso ad Acerra, il 5 novembre, alle ore 18, sarà presentato il Manifesto del sensazionismo, alla presenza del critico Vittorio Sgarbi. La nuova corrente artistico-culturale è basata sui sensi, libera da condizioni; immediata, istintiva e naturale, estesa - oltre all’ambito pittorico e scultoreo - anche ai campi letterari, poetici e musicali. Ideatore e promotore è l’artista non vedente Giacomo Pietoso (nella foto con Sgarbi), che inaugura per l’occasione, la personale dal titolo Sensazioni, esposta in modo permanente, come tutti i suoi dipinti, nello spazio artistico Mrs Dream – La bellezza dell’arte. Di lui, Sgarbi ha scritto: «Giacomo non dipinge  la realtà, ma la sua  idea di realtà e non c’è cosa più nuova e bella. La sua è un’arte spirituale, che va dall’interno verso l’esterno, senza mediazioni». Da qui l’ispirazione per il Manifesto. Lo storico dell’arte ha giá curato il Dossier artistico di Pietoso, meritevole del primo premio Vittorio Sgarbi, indetto dall’autorevole Professore e saggista. 

«L’idea di creare una nuova corrente artistica contemporanea è maturata dopo lunghissimi viaggi, avventure e disavventure – sottolinea Pietoso - credo che l’arte sia rivoluzione e proprio in virtù di questa sua natura, dopo moltissimi anni, è arrivato finalmente il momento di fondare un manifesto  per identificare gli artisti contemporanei che nella loro espressione originale e irripetibile, trasferiscono nell’arte  qualcosa di nuovo e bello, rompendo gli schemi, le dottrine, lasciando libero spazio all’anima. Astratto, reale, paesaggistico, poco importa quale sia la sua manifestazione, perché lo stile che fa la differenza, è quello che dá espressione ai sensi». 

Il sensazionismo pone al centro della sua corrente un’arte originale, nutrita da un artista capace di emozionarsi, prima ancora di emozionare. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA