Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ora o Mai Più, Donatella Rettore furiosa sbotta e abbandona lo studio

Domenica 17 Febbraio 2019 di Simone Pierini
Ora o Mai Più, furia Donatella Rettore: sbotta contro la Milani e abbandona lo studio

Donatella vs Donatella: è guerra totale a Ora o Mai Più, il programma in onda su Rai Uno condotto da Amadeus. La castellana  Donatella Rettore (è nata a Castelfranco 63 anni fa)  sbotta contro Donatella Milani e abbandona lo studio. La cantante, in studio con il piede rotto, in un video è stata pesantemente accusa dalla Milani di farle cantare canzoni poco adatte alla sua personalità. «Sono una musicista io, sto cantando canzoni dei cartoni animati qua con Lamette. Voglio fare due puntate senza di lei». Immediata la risposta: «Arrangiati», e accomagnata da Amadeus lascia la sedia e il programma. 


Questo è ciò che aveva detto la Milani nel video mostrato in tv: «Non ho niente contro Donatella, ma io che sono un’interprete, un’autrice musicista, cosa interpreto con Lamette, zip zop zap? Non sto uscendo con la mia personalità di quella che sa cantare. Se stona un po’ lei e ci sono io, chissà perché la colpa è sempre mia. Anche lei va di fuori perché mi ha ammesso che anche lei trova piccole paure in diretta. Ragazzi, sto cantando le canzoni dei cartoni animati! Fa quello che gli pare, mi entra dove non deve entrare. Niente contro Donatella: vi giuro, meglio i Ricchi e Poveri. Ho ancora due serate con lei? Voglio fare due puntate senza di lei». 
 



La Rettore non se l'è fatto dire due volte e senza nemmeno argomentare ha abbandonato lo studio con una parola sola che vale più di altre mille: «Arrangiati». Ora c'è da capire se lo strappo si potrà ricucire. 

Ultimo aggiornamento: 17:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA