«Sono disperata: senza gli arretrati della borsa di studio all'Università non posso comprare i libri»

Sabato 8 Febbraio 2020
Sono disperata perché non riesco a farmi accreditare da Adisurc  (Azienda regionale per il diritto allo studio) i ratei di borsa di studio già in ritardo di diversi anni e che l'Adisurc ha accreditato su un conto errato. 
Sono nata in Ucraina, in Italia da 15 anni ed in attesa di naturalizzazione. Mia mamma mi mantiene agli studi con il suo duro lavoro ed i suoi sacrifici. Io, in cambio, cerco di dare il meglio negli studi. In Italia ho conseguito la licenza media, la maturità scientifica, la laurea triennale presso l'Orientale di Napoli e sto studiando per la laurea magistrale. Il mio impegno mi ha consentito di ottenere ogni anno la borsa di studio dell'Adisurc, ma dopo avermi accreditato alcune rate, i pagamenti si sono bloccati perchè, incredibilmente, ho cambiato il mio conto bancario ed ho diligentemente effettuato la variazione sul sito Adisurc. Infatti una rata mi è stata pagata sul nuovo conto. Invece le rate in ritardo, relative ad anni precedenti, sono state accreditate da Adisurc sul mio vecchio conto chiuso.


Sono stata varie  volte presso gli uffici ADISURC di via De Gasperi, ma mi hanno sempre arrogantemente risposto che non si poteva far nulla per correggere l'errore e che dovrei aspettare se e quando qualcuno avesse avuto tempo per sistemare la cosa. Sono mortificata ed avvilita, hanno addirittura tentato di sostenere che sarebbe stata la mia solerzia a provocare il disguido e non si rendono conto che ci sono persone come me per le quali il pagamento della borsa di studio può significare poter seguire o meno un corso, poter acquistare o meno un libro, poter studiare o dover lavorare. Già quando mi iscrissi al primo anno riuscirono a farmi credere, per coprire un loro errore che mi aveva escluso dalla borsa di studio, che ero stata io ad aver commesso un errore burocratico; adesso, al contrario, pagano rate  non dovute a studenti miei colleghi che hanno perso i requisiti, salvo poi richiederne la restituzione: c'è qualcuno che controlla l'operato dell'Adisurc? Riuscirò ad ottenere l'erogazione delle somme guadagnate con i sacrifici della mia mamma ed i miei? Ultimo aggiornamento: 12:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA