Denunciare? Di notte si finisce solo sballottolati tra un commissariato e una caserma

Venerdì 6 Marzo 2020
Piccola storia. Ore 23. Mio figlio torna a casa: «Papà hanno rubato la targa della moto». Ok chiama il 112 (Carabinieri) per la denuncia. Rispondono: andate al drappello più vicino per denunciare il furto. Abitiamo a Capodimonte, piazzetta Lieti, lo accompagno in Viale Colli Aminei alla caserma dei militari. Ore 23.20. Nessuno ci apre né risponde. Va bene gli dico: andiamo dalla Polizia in via Cardarelli. Ore 23.30. Arrivati troviamo un foglio con scritto: telefonare, il citofono non funziona. Telefono e mi rispondono simpaticamente: siamo chiusi andate in via Medina per la denuncia o tornate domani mattina. Perplesso torniamo a casa pensando... Napoli è meravigliosa... Unica.
Spero che la pubblicate. Ma solo perché essere napoletano è un mondo a sé.

Segnalazione di Antonello Lena Cota Ultimo aggiornamento: 12:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA