Boeing, tonfo a Wall Street dopo l'incidente al 737 Max dell'Ethiopian Airlines

ARTICOLI CORRELATI
Crollo in Borsa per Boeing dopo l'incidente di domenica a un aereo 737 Max della Ethiopian Airlines, precipitato poco dopo il decollo da Adis Abeba con 157 persone a bordo, tutte morte. I titoli del colosso americano partono a Wall Street con una perdita del 13% per poi recuperare in parte e chiudere con un -5% a 400 dollari. Per il gruppo statunitense è il secondo grave incidente in pochi mesi a coinvolgere il nuovo modello 737 Max.

 


Il crollo in Borsa è stato accompagnato dalla decisione di alcuni paesi di lasciare a terra la flotta di 737 Max, a partire dalla Cina che ha bloccato i suoi 96 velivoli. L'esempio cinese è stato seguito da Etiopia, Indonesia, isole Cayman e Mongolia.

La decisione potrebbe rappresentare un ulteriore colpo per la compagnia. Il 737 Max è infatti la versione più aggiornata del nuovissimo aeromobile e rappresenta quasi un terzo dei profitti del colosso Usa. Secondo la stima di Bloomberg Intelligence, la produzione dei 57 jet previsti per quest'anno dovrebbe generare un fatturato di 30 miliardi di dollari: di questi, 34 sono stati ordinati dalla China Southern Airlines Co. e ora potrebbero essere a rischio.
 
Lunedì 11 Marzo 2019, 18:00 - Ultimo aggiornamento: 11-03-2019 21:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP