Bonus auto, per elettriche o ibride sconti fino a seimila euro: la guida

Bonus auto, per elettriche o ibride sconti fino a seimila euro: la guida
ARTICOLI CORRELATI
di Giampiero Bottino

  • 75
I giochi sono fatti. È scattata a mezzanotte l'ora X che segna l'entrata in vigore del nuovo trattamento fiscale delle automobili basato sul criterio del bonus-malus ecologico (i cosiddetti ecotassa ed ecobonus), che premia con incentivi corposi chi compra vetture (ma anche motociclette) caratterizzate da elevati livelli di compatibilità ambientale, mentre impone una sovrattassa da pagare una tantum al momento dell'acquisto se sul libretto dell'auto il dato di omologazione evidenzia emissioni di CO2 superiori ai 160 g/km che possono far storcere il naso ai paladini dell'ambiente.

Dunque, dalle 12 di oggi sarà online (https://ecobonus.mise.gov.it.) la piattaforma dedicata all'ecobonus, ha avvertito ieri il Mise, precisando che la procedura «prevede due momenti distinti». Il primo è dedicato all'apertura dello sportello esclusivamente per la registrazione dei concessionari. Ma attenzione, dice il ministero, «non sarà un click day e non sarà necessario affrettarsi nei primi giorni».
 


Solo successivamente si potrà inserire l'ordine e prenotare l'incentivo. Dopodichè, dalla prenotazione si avranno poi fino a 180 giorni di tempo per la consegna del veicolo. Con tanto di contatore di risorse per seguire in tempo reale la disponibilità finanziaria del bonus, in nome della trasparenza.

IL PERCORSO
A spiegare come funzionerà il contributo, ci ha pensato invece l'Agenzia delle Entrate. Anche se manca ancora il decreto del Mise con la disciplina applicativa. Dunque, il contributo va da 1.500 a 6.000 euro per l'acquisto (anche in locazione finanziaria). E interesserà l'immatricolazione in Italia, fino al 31 dicembre 2021, di un veicolo per il trasporto di persone fino a 8 posti oltre il conducente (categoria M1) con emissioni inquinanti di CO2 inferiori a 70 g/km e prezzo da listino ufficiale della casa produttrice inferiore a 50.000 euro (Iva esclusa).

L'importo del contributo varia a seconda della presenza o meno della contestuale rottamazione di un veicolo della stessa categoria da Euro 1 a Euro 4. Il venditore riconoscerà il contributo all'acquirente sotto forma di sconto. E successivamente l'impresa costruttrice o importatrice rimborserà l'importo al venditore e lo recupererà a sua volta sotto forma di credito d'imposta. Gli incentivi per l'acquisto di motoveicoli elettrici o ibridi nuovi, pari al 30% del prezzo di acquisto fino a un massimo di 3.000 euro, andranno invece a chi nel corso del 2019 comprerà in Italia un veicolo di potenza inferiore o uguale a 11 kW, delle categorie L1 e L3. In cambio andrà rottamato un veicolo di cui siano proprietari da almeno 12 mesi. Sono previste infine anche detrazioni sulle spese delle colonnine per i veicoli elettrici, pari al 50%, su un ammontare non superiore a 3.000 euro da ripartire in dieci quote annuali.

Quanto all'ecotassa, interessa soltanto le auto acquistate e immatricolate dal primo marzo fino a dicembre 2021, con importo rigorosamente parametrato in base a 4 scaglioni di emissioni di CO2 da versare tramite F24.
Venerdì 1 Marzo 2019, 08:36 - Ultimo aggiornamento: 01-03-2019 16:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP