Dieselgate, Fca patteggia con gli azionisti e paga 110 milioni di dollari

Dieselgate, Fca patteggia con gli azionisti e paga 110 milioni di dollari
ARTICOLI CORRELATI
Dieselgate, Fca patteggia con gli azionisti e paga 110 milioni di dollari. Fca patteggia e si impegna a pagare 110 milioni di dollari per risolvere una disputa con gli azionisti che l'hanno accusata di informazioni fuorvianti agli investitori sul diesel e sul mancato rispetto delle norme americane. Lo riporta l'agenzia Bloomberg. Un gruppo di investitori ha fatto causa a Fca, accusando di aver dichiarato falsamente di rispettare le regole sulla sicurezza americane: quando poi Fca ha reso noto di non aver condotto i richiami in modo adeguato, i titoli hanno perso valore. Il patteggiamento deve essere prima approvato da un giudice federale.

Dieselgate: Corte Conti Ue, dubbi su efficacia nuovi test

Fca, accordo in Usa sul diesel: paga 800 milioni di dollari. Titolo sale in Borsa

 




La borsa di Milano tiene in chiusura con Fca e Juve. Pausa di riflessione per gli investitori europei, che hanno preferito la cautela, in attesa di sviluppi su temi caldi come la Brexit, il dialogo Usa-Cina e dal week end anche il fronte libico. Le Borse europee hanno chiuso deboli, senza scossoni (Milano +0,06%, Parigi -0,13%, Francoforte -0,39%, Madrid -0,8% e Londra sulla parità, in attesa della riunione straordinaria del Consiglio europeo che valuterà la probabile richiesta di estensione al 30 giugno dell'applicazione dell'articolo 50 del Trattato di Lisbona per l'uscita del Regno Unito dall'Unione).

Il caos in Libia, dove gli scontri tra le truppe di Haftar e l'esercito di al Serraj hanno causato almeno 35 vittime, spinge i prezzi del petrolio: il Wti ha superato i 64 dollari portandosi ai massimi in 5 mesi e il Brent si è attestato a 70,94 dollari, sui massimi del 2019. Questo ha sostenuto il comparto petrolifero anche a Milano con Tenaris a +0,62% e Saipem +1,17%, mentre Eni, più esposta nel Paese nordafricano, ha ceduto lo 0,21%.

A Piazza Affari bene Fca (+1,89%), grazie all'asse con Tesla sulle emissioni inquinanti, e Poste Italiane (+1,71%) in area record poco sotto 9 euro grazie a una raccomandazione di Deutsche Bank. Corre anche Juventus (+1,65%), che tra due giorni affronterà l'Ajax di Amsterdam in un importante match di Champions League. Sul fronte dei cambi, l'euro si attesta in rialzo a 1,126 dollari (1,1223 in avvio e 1,1216 venerdì). La moneta unica vale 125,507yen. Il canbio dollaro/yen è a 111,461. Spread stabile a 263 punti, come in apertura e contro i 261 della chiusura di venerdì.
Lunedì 8 Aprile 2019, 18:52 - Ultimo aggiornamento: 13 Giugno, 11:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP