Dl semplificazioni, Caputo:
«Bene il Governo su confidi»

Sabato 5 Settembre 2020
Rosario Caputo, presidente di Federconfidi Confindustria
Rosario Caputo, presidente di Federconfidi Confindustria, la Federazione che riunisce i 22 Confidi di matrice confindustriale distribuiti sull'intero territorio nazionale, esprime grande soddisfazione per l'approvazione in Senato di un emendamento volto ad semplificare, per i Confidi Vigilati da Banca d'Italia, le procedure di assegnazione della gestione di fondi pubblici comunitari, nazionali, regionali e camerali quanto previsto nell'articolo 1 del decreto-legge 76/2020, ovvero favorire una maggiore facilità di ricorso agli affidamenti diretti e alle procedure negoziate senza bando negli appalti per lavori, forniture e servizi per il periodo dalla entrata in vigore del provvedimento (14 luglio 2020) fino al 31 dicembre 2021 (nuovo termine, prolungati rispetto all'originario 31 luglio 2021 per effetto di un emendamento).

«In relazione al Decreto Semplificazioni da convertire in legge entro il 14 settembre - afferma Rosario Caputo - accolgo con grande piacere la notizia che il Senato ha approvato un emendamento, precedentemente confermato con parere positivo del MEF, teso a semplificare le procedure per l'assegnazione di fondi pubblici alle Pmi con l'obiettivo di poter concedere maggiori garanzie alle imprese e contribuire a superare le difficoltà di accesso al credito Nei prossimi giorni, il provvedimento passerà alla Camera per essere convertito in legge. Naturalmente, rimaniamo fiduciosi sul completamento dell'iter a maggior ragione quando rileviamo un certa sensibilità da parte della Politica rispetto alle istanze che Federconfidi, unitamente ad Assoconfidi, sta portando avanti in questi mesi. La Federazione - conclude Caputo - lieta dell'obiettivo raggiunto, continuerà a profondere ogni sforzo al fine di ricercare sempre nuove opportunità operative per il sistema dei confidi e a supporto del fabbisogno creditizio delle Pmi italiane». I Confidi «sono organismi privati che - è scritto in una nota - svolgono senza scopo di lucro un'attività di supporto soprattutto alle micro, piccole e medie imprese e favoriscono un migliore e più facile accesso al credito. Un servizio sempre più richiesto con lo scoppio della recente pandemia».  © RIPRODUZIONE RISERVATA