Ecobonus auto al via, boom di prenotazioni: 3mila domande in due ore

Sabato 1 Agosto 2020
La nuova 500 elettrica made in Italy

Ecobonus auto. Partenza a razzo. «Grazie al lavoro del Parlamento e del Governo, da oggi è possibile richiedere i nuovi incentivi per l'acquisto di veicoli, sia a quattro che a due ruote, previsti dal Decreto Rilancio», aveva ricordato il ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, spiegando, in un post su Facebook, che «con questo provvedimento è stato ridefinito e potenziato lo strumento dell'ecobonus». Nelle prime
due ore di prenotazioni sull'apposita piattaforma erano già arrivate 3.000 prenotazioni.

Bonus professionisti: ad agosto terza rata da 1.000 euro

Scatta l’ecobonus auto, ecco i modelli con lo ”sconto”: Tre fasce da 0-20 g/km di CO2, da 21 a 60 e dal 61 a 110

In effetti da oggi, 1 agosto, è possibile ottenere uno sconto di 2.000 dallo Stato assieme ad uno di altri 2.000 dal concessionario se si rottamana un'auto con più di 10 anni anche in cambio di una vettura nuovo con motori benzina o diesel Euro6. Lo sconto aumenta acquistando vetture ibride o elettriche.
 

La situazione

L'Italia arriva ultima in Europa alla rottamazione. Analoghe operazioni sono state già avviate da Francia, Germania e Spagna. E questo la dice lunga sull'importanza del settore per l'economia italiana e non solo per quella europea. In Italia il comparto auto assicura il 5,6% del Pil  e dà lavoro a 250.000 persone. A FCA che ha oltre 50.000 dipedenti diretti si aggiungono infatti altri 200.000 lavoratori delle migliaia di aziende che lavorano per la componentistica. E proprio la componentistica è riuscita a trovare un ruolo nelle catene internazionali del lavoro assicurandosi un canale diretto con le aziende assemblatrici tedesche.

«L'obiettivo - sottolinea Patuanelli - è quello di sostenere, in questa fase di ripartenza dell'economia, un settore strategico del nostro sistema produttivo, l'automotive, tra i più profondamente colpiti dall'emergenza Covid. Per questo motivo è stato rafforzato l'incentivo per l'acquisto di veicoli a ridotte emissioni di CO2 da 0 a 60 g/km, prevedendo fino a un massimo di 10 mila euro con il contributo anche dei venditori. A questi è stata aggiunta anche la fascia di veicoli con emissioni di C02 61/110 g/km, per i quali è possibile richiedere il contributo per un periodo limitato che va ‪dal 1 agosto al 31 dicembre 2020‬, con il fine di far ripartire il mercato dell'auto rimasto praticamente fermo negli ultimi mesi».

Ultimo aggiornamento: 6 Agosto, 13:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA