Lavoro, disoccupazione in calo al 9,7%: è il dato più basso da 2012. Inflazione stimata in calo a 1,1% a luglio

Lavoro, disoccupazione a giugno in calo al 9,7%: è il dato più basso da 2012
ARTICOLI CORRELATI
Dati positivi giungono dal mercato del lavoro. L'Istat rileva un calo dello 0,1% a maggio, spiegando che si tratta del tasso più basso da gennaio del 2012, ovvero da sette anni e mezzo. Si tratta della quarta flessione consecutiva, scendendo al 9,7%. A giugno cala anche la disoccupazione giovanile (15-24 anni) al 28,1%, in calo di 1,5 punti percentuali. Lo rileva l'Istat. Si tratta del tasso più basso dall'aprile del 2011. A giugno il tasso di occupazione per i 15-64enni sale al 59,2% (+0,1 punti percentuali), segnando così un nuovo massimo storico: il livello più alto da quando sono iniziate le serie statistiche, ovvero dal 1977. Lo comunica l'Istat.

Accelera la crescita dei prezzi al consumo per il carrello della spesa L' inflazione: per i beni alimentari, per la cura della casa e della persona e per i prodotti ad alta frequenza d'acquisto l' inflazione è pari a +0,8%. Lo comunica l'Istat. La decelerazione dell' inflazione, spiega l'Istat, è dovuta quasi esclusivamente all'inversione di tendenza dei prezzi dei beni energetici regolamentati (da +4,3% di giugno a -3,1%), bilanciata solo marginalmente dall'accelerazione dei prezzi dei beni alimentari non lavorati (da +0,7% a +1,6%) e di quelli dei servizi relativi ai trasporti (da +1,5% a +1,8%).

L' inflazione di fondo, al netto degli energetici e degli alimentari freschi, e quella al netto dei soli beni energetici salgono di un decimo di punto rispettivamente da +0,4% a +0,5% e da +0,5% a +0,6%. L'aumento congiunturale dell'indice generale è dovuto per lo più alla crescita dei prezzi dei servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona e dei Servizi relativi ai trasporti (+0,7% per entrambi), su cui incidono fattori stagionali, solo in parte bilanciata dal calo dei prezzi dei beni energetici regolamentati (-1,5%), dei beni alimentari non lavorati e dei beni energetici non regolamentati (-0,8% per entrambi).

L' inflazione decelera per i beni (da +0,5% a +0,1%), mentre rimane stabile per i servizi (a +1,0%); il differenziale inflazionistico è quindi positivo e pari a +0,9 punti percentuali (era +0,5 a giugno). L' inflazione acquisita per il 2019 è +0,7% per l'indice generale e +0,6% per la componente di fondo.  Secondo le stime preliminari, l'indice armonizzato dei prezzi al consumo (Ipca) diminuisce dell'1,7% su base mensile, per l'avvio dei saldi estivi di abbigliamento e calzature di cui il Nic non tiene conto, e cresce dello 0,4% su base annua (in decelerazione da +0,8% registrato nel mese precedente). Andamento opposto è osservato per i prezzi dei beni alimentari non lavorati, che accelerano da +0,7% a +1,6% (-0,8% su base mensile) per effetto dell'andamento dei prezzi dei Vegetali freschi o refrigerati diversi dalle patate (da +5,1% a +7,7%, -1,5% il congiunturale) e della Frutta fresca o refrigerata (da -4,2% a -1,6%, -3,1% rispetto a giugno 2019).

La stabilità dei prezzi dei servizi, secondo l'Istat, «è imputabile ad andamenti opposti». Da un lato accelerano i prezzi dei servizi relativi ai trasporti da +1,5% a +1,8% (+0,7% il congiunturale), a causa dei prezzi del trasporto aereo passeggeri (da +2,3% a +6,9%, +4,4% su base mensile). Dall'altro rallentano i prezzi dei servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (la cui crescita passa da +1,3% a +1,1%; +0,7% la variazione congiunturale). Da ricordare, infine, in questo quadro, l'ampliarsi della flessione dei prezzi dei servizi relativi alle comunicazioni (da -5,9% a -6,6%).
Mercoledì 31 Luglio 2019, 10:20 - Ultimo aggiornamento: 1 Agosto, 10:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2019-07-31 12:28:52
Ottimo risultato, la disoccupazione continua a calare, per la prima volta sotto il 10%, salgono pure l'occupazione giovanile e i contratti stabili. La cosa assurda è che i dati dell'occupazione sono gli unici veramente buoni, nonostante i lamenti di chi l'anno scorso si scagliava contro il decreto dignità di Di Maio, invece sta funzionando, quindi lasciamo che il governo lavori e magari arriveranno altri risultati.
2019-08-01 09:50:20
Noto con piacere che ai vari pollici verso questa storia che i 5stelle stiano facendo un buon lavoro proprio non gli piace! quanto rosicano!
2019-07-31 11:48:06
Se i dati fossero reali (personalmente non ho mai creduto totalmente ai dati Istat in quanto i Presidenti sono sempre uomini "amici" dei politici di turno), sarebbe la prima buona notizia da quando questo Governo si è insediato. Speriamo duri questo trend
2019-07-31 11:14:04
perchè scrivete gli articoli in negativo? forse perchè si parla di merito 5stelle? anziche scrivere cosi si doveva scrivere. SALE L'OCCUPAZIONE ECC.....
2019-08-01 17:49:20
Semplicemente perché non è vero! Grandi abbindolatori i 5*. Lei è in grado di spiegarci, visto che si fa chiamare professor, come mai se l'occupazione sale il Pil stagna se non cala?

QUICKMAP