Fca Pomigliano, la Fiom sospende gli scioperi

di Pino Neri

Dopo una riunione tenuta ieri mattina nella Cgil di Pomigliano con gli operai della Fca di Pomigliano, la Fiom ha deciso di sospendere la raffica di scioperi che la scorsa settimana hanno spinto l'azienda a fermare la produzione della fabbrica della Panda nel primo turno di ieri, dalle 6 alle 14, per «mancanza di materiali prodotti dalle presse». A ogni modo, sempre ieri, la produzione, a partire dalla 14, è ripresa regolarmente nel grande impianto partenopeo.

La sensazione è quella della tregua armata. Giovedì i metalmeccanici della Cgil terranno un'assemblea nello stabilimento per decidere insieme alle tute blu come proseguire il confronto con l'azienda puntato a far revocare la decisione di Fca di aumentare i turni in tutti reparti senza pagare lo straordinario, opzione peraltro prevista dal contratto specifico sottoscritto nel 2010 da tutti gli altri sindacati ed approvata con referendum tra i lavoratori. Un provvedimento voluto per fronteggiare l'improvviso picco delle vendite Panda e che, secondo quanto annunciato, farà abbassare tra i 4500 addetti la cassa integrazione dall'attuale 35% al 28%.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 5 Marzo 2019, 10:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP