Da Napoli a Piazza Affari: Gay-Odin entra nella piattaforma internazionale Elite

Venerdì 15 Novembre 2019
Gay-Odin, storico marchio del cioccolato artigianale di Napoli,entra oggi a far parte del network internazionale di Ellite, il programma del London Stock Exchange Group nato in Italia nel 2012 con la collaborazione di Confindustria e dedicato alle aziende ambiziose con un modello di business solido e una chiara strategia di crescita.

Quella di Gay-Odin è una storia di un successo imprenditoriale che continua dal 1894, un’azienda orgogliosamente a conduzione familiare che dal 1922 ha il suo cuore e centro produttivo nella Antica Fabbrica di via Vetriera a Napoli, edificio Liberty dal 1993 riconosciuto Monumento nazionale. Una produzione ancora fedele a metodi artigianali, dove le mani sapienti prevalgono sulle macchine, apprezzata in tutta Italia per i suoi prodotti iconici, uno fra tutti la Foresta che nel 2020 celebrerà I 100 anni di storia. 
 
Sono 20 le nuove società italiane che da oggi iniziano il proprio percorso in Elite, provengono da 6 diverse regioni e appartengono a diversi settori di eccellenza dell’economia italiana, dalla Tecnologia, al Food and Beverage, all’Industria. Il network raggiunge il traguardo di 1.323 aziende provenienti da 44 Paesi diversi, di cui 825 italiane e 498 internazionali, per oltre 92 miliardi di Euro di fatturato e oltre 510.000 dipendenti.
 
Luca Peyrano, Ceo di Elite, ha dichiarato: «Siamo felici di dare oggi il benvenuto in Elite a un nuovo gruppo di aziende italiane che avranno la possibilità di accedere a competenze e capitali per finanziare la loro crescita a livello nazionale e internazionale. Queste aziende sono fonte di innovazione, creano posti di lavoro e stimolano la prosperità economicadel nostro Paese ed Elite le supporta offrendo loro strumenti innovativi di accesso al mercato dei capitali. Partendo dall’Italia, Elite ha saputo creare negli anni un network di eccellenza dedicato alle migliori aziende e riconosciuto a livello globale con oltre 1.300 imprese provenienti da 44 Paesi. Cambiamento, creazione di valore e supporto alla crescita sono i pilastri fondamentali della nostra attività».

«Siamo orgogliosi di entrare in questo prestigioso network di aziende come marchio storico ma anche come impresa che ogni giorno continua ad investire in ricerca e innovazione. Ad oggi la Gay-Odin conta 11 punti vendita tra Napoli, Roma e Milano. Nel 2018 abbiamo implementato il canale Horeca  che sta registrando risultati interessanti in Campania e Lazio e per il 2020 copriremo la città di Milano. Gli obiettivi del 2020 sono lo sviluppo della vendita on line e dei canali tradizionali, puntiamo al consolidamento del volume dei ricavi e la previsione di crescita si attesta intorno al 10-15%»,ha commentato Marisa Maglietta alla guida di Gay-Odin.   © RIPRODUZIONE RISERVATA