Fondo Heritage Bonus, è Vincenzo Barba il nuovo tutore: «Orgoglioso e soddisfatto»

Mercoledì 3 Giugno 2020
Vincenzo Barba, presidente della Holding H2B, fondatore PrestitoSì Finance S.p.A. è stato nominato tutore del fondo Heritage Bonus, il fondo creato per sostenere gli interventi di restauro del patrimonio architettonico.

L’annuncio della nomina è stato dato da Ivan Drogo Inglese, presidente di Assocastelli e Assopatrimonio, la “confindustria” del patrimonio italiano.

Il ruolo del tutore è quello di sovraintendere le iniziative del fondo Heritage Bonus. Tra le competenze del tutore ci sarà anche quella di divulgare le potenzialità del fondo Heritage Bonus. Barba, infatti, è già stato inserito nel corpo docenti del master in heritage management promosso da Assocastelli e dall’Università Iulm di Milano.

Il fondo Heritage Bonus verrà incrementato grazie a due importanti iniziative promosse da Assocastelli: Giardini Storici, il nuovo sistema di accesso ai giardini e parchi d’epoca e storici d’Italia sviluppato con Interflora, leader internazionale delle composizioni floreali e delle consegne, e Benvenuti a Palazzo, il format che rivoluzionerà gli accessi e le visite al patrimonio sviluppato in collaborazione con l’app MyCicero (Sisal). È prevista la presentazione ufficiale al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali Dario Franceschini.

Ma il fondo Heritage Bonus promuoverà anche tutte le forme di moderno mecenatismo a favore del patrimonio italiano.

Soddisfazione per la nomina è stata espressa da Alberto Rui, presidente di Federestauro, la federazione italiana delle imprese e delle professioni del restauro. L’accesso al fondo sarà consentito attraverso un network di oltre 150 architetti che è in fase di predisposizione a cura di Federestauro.

«Sono orgoglioso e soddisfatto per l’assegnazione di questo importante incarico e di potermi mettere al servizio del fondo Heritage Bonus e delle sue costitutrici - spiega Barba - Ringrazio il presidente per la fiducia che ha manifestato nei miei confronti accogliendomi nel suo team di lavoro. Il settore del nostro patrimonio architettonico vive un periodo di grande attenzione e il fondo Heritage Bonus si colloca in maniera strategica e ideale per dare nuovo slancio all’intero comparto. Sono sicuro che il fondo Heritage Bonus rappresenterà un forte impulso per la salvaguardia e la tutela del nostro patrimonio».

 Ultimo aggiornamento: 4 Giugno, 16:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA