Ingegneri Napoli, bilancio approvato
si punta su formazione e commissioni

L'assemblea dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli, riunita nella Basilica di San Giovanni Maggiore, ha approvato - si legge in una nota - il bilancio consuntivo 2018 e il preventivo 2019, dopo le relazioni del Presidente del Consiglio dell'Ordine Edoardo Cosenza, del Consigliere Segretario Andrea Prota, del Consigliere Tesoriere Giovanni Esposito e un dibattito con gli iscritti.

Nella sua relazione il Presidente Cosenza ha illustrato le scelte che il Consiglio sta adottando per la gestione dell'Ordine. Quest'anno è stato caratterizzato dallo spostamento dell'Ordine in Piazza dei Martiri, con gli uffici operativi da gennaio. La nuova prestigiosa sede - è stato ricordato - è già utilizzatissima per convegni e sta diventando un punto di riferimento per numerosi incontri. La riscossione della quota annuale, affidata da gennaio 2019 all'Agenzia delle Entrate, sta riducendo il fenomeno delle morosità. La quota peraltro è attualmente fra le più basse d'Italia, ammontando a 125 euro (di cui 25 vanno trasferiti obbligatoriamente al Consiglio nazionale degli ingegneri, cifra dovuta anche per ogni singolo iscritto moroso). Col miglioramento della situazione delle morosità - è stato ricordato - sarà inoltre possibile l'erogazione di nuovi servizi agli iscritti, per l'orientamento dei giovani colleghi e il rafforzamento di relazioni con imprese, istituzioni nazionali e internazionali, per sviluppare nuove opportunità di lavoro.

Si è fatto il punto sulla formazione continua: anche nell'ultimo anno forte è stato l'impegno dell'Ordine degli Ingegneri di Napoli per l'organizzazione di numerosi eventi formativi, gratuiti o a costi molto contenuti, spesso con attenzione all'innovazione tecnologica, organizzati sia a Napoli che in 21 Comuni della Provincia, attuando nei fatti quel decentramento sul territorio delle attività ordinistiche che rappresenta una delle priorità per la consiliatura presieduta da Edoardo Cosenza. In particolare dal 1° giugno 2018 al 31 maggio del 2019 sono stati organizzati 216 eventi formativi, per un totale di 53.449 crediti erogati. Il 77% per cento degli eventi (167) è stato a titolo gratuito.

Le relazioni hanno anche evidenziato l'intenso lavoro delle Commissioni dell'Ordine, «da cui provengono al Consiglio - si legge nella nota - stimoli e suggerimenti per attività formative ed altre iniziative nell'interesse degli iscritti». In questo ambito, sono anche state citate le Commissioni Speciali, istituite su temi molto attuali. Nell'ultimo mese ne sono state istituite due: una sulla Cybersecurity e un'altra sulla sicurezza delle facciate degli edifici, esigenza tornata di drammatica attualità dopo il crollo di un cornicione in via Duomo, costato la vita a un commerciante che aveva il suo negozio in quella strada. Il presidente ed il consigliere segretario hanno infine ricordato l'attività del Consiglio di Disciplina, organismo indipendente a cui sono stati rivolti i ringraziamenti per l'impegno teso a tutelare l'etica della professione ed a supportare l'Ordine nelle azioni di rientro della morosità. 
Venerdì 28 Giugno 2019, 19:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP