Inps schiacciato da defezioni e nuove missioni

di Francesco Pacifico

Dagli uffici dell'Eur rimbalza la notizia che il premier Giuseppe Conte in persona abbia alzato il telefonato e richiamato i vertici dell'Inps. Ha chiesto loro di accelerare sulla scrittura della domanda per chiedere il reddito di cittadinanza, che entro il 6 marzo dovrà essere disponibile alle Poste, ai Caf e sul portale www.redditodicittadinanza.org.gov per quasi 4 milioni tra disoccupati e pensionati. E tanto basta per capire quanto l'ente previdenziale più grande d'Europa - paga 421.741 miliardi di euro tra pensioni e indennità, ha un patrimonio immobiliare di 30mila unità sia nel caos in prospettiva dell'erogazione del nuovo sussidio contro la povertà.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 5 Febbraio 2019, 11:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP