Istat, a gennaio disoccupazione stabile al 10,5%. Ma tra i giovani sale al 33

ARTICOLI CORRELATI
Il tasso di disoccupazione a gennaio è rimasto stabile al 10,5 per cento, lo stesso livello di dicembre. Lo comunica l'Istat, sottolineando che tra i giovani il tasso sale invece di 0,3 punti percentuali rispetto a dicembre, al 33%. Si tratta di livelli lontani rispetto ai picchi della crisi, superiori al 43 per cento, ma comunque superiori ai livelli precrisi di quasi 14 punti percentuali.

A gennaio  la stima degli occupati è in lieve crescita rispetto a dicembre (+0,1%, pari a +21 mila unità) mentre il tasso di occupazione rimane stabile al 58,7%. Lo comunica l' Istat nelle stime provvisorie spiegando che l'andamento degli occupati è determinato da un aumento consistente dei dipendenti permanenti (+56 mila), mentre si osserva un calo dei dipendenti a termine (-16 mila) e degli indipendenti (-19 mila). La crescita coinvolge esclusivamente gli uomini (+27 mila) mentre risultano in lieve calo le donne (-6 mila).


 
Venerdì 1 Marzo 2019, 10:38 - Ultimo aggiornamento: 3 Marzo, 16:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-03-01 11:22:08
L'importante è che l'occupazione sia stabile e ci siano 21 mila posti di lavoro in più a gennaio. Positivo anche che ci siano 56 mila posti di lavoro in più a tempo indeterminato, mentre cala il lavoro precario. Visto il momento dell'Italia non era scontato un dato tutto sommato positivo per l'occupazione.
2019-03-01 11:00:05
L'Istat è contro il cambiamento???? O non sono stati avvisati che siamo difronte ad un nuovo bum economico e ad un bellissimo 2019????
2019-03-01 10:56:32
Grazie tante che tra i giovani aumenta!!!!! Tutti in attesa del reddito di Gigino!!!!

QUICKMAP