Linkem, call center made in Sud
«500 addetti a tempo indeterminato»

All’indomani del ritorno del call center di Fastweb dalla Romania nel Sud Italia, anche Linkem fa sapere di non delocalizzare il servizio clienti, dislocato tra Bari e Taranto, dove lavorano 500 addetti, di cui il 70% donne, tutti assunti a tempo indeterminato.
"Linkem, sin dal principio della sua storia, ha scelto di gestire con personale interno il proprio servizio clienti - spiega la società in una nota - e di farne lo snodo fondamentale dell’organizzazione aziendale per una gestione end-to-end della relazione col cliente, garantendo alti livelli di qualità ed efficienza. L’azienda ha deciso quindi di non delocalizzare all’estero il proprio servizio clienti, ma di creare in Italia due poli di eccellenza e sviluppo di proprietà a Bari e Taranto, impegnandosi a sostenere il mercato del lavoro nel Sud Italia e alimentando e favorendo le possibilità lavorative per i giovani e per le donne. Le oltre 500 persone impiegate, di cui il 70% di sesso femminile, sono tutte assunte con un contratto a tempo indeterminato".
Linkem, Internet provider di banda larga e ultra larga per le famiglie e le imprese italiane, conta ad oggi oltre 830 dipendenti. Negli ultimi due anni l’azienda ha ampliato la propria forza lavoro in modo continuativo, assumendo 350 risorse e facendo crescere l’organico di oltre il 70%. La società vede tra i propri azionisti i fondi statunitensi Leucadia, Ramius e BlackRock. Nel 2017 ha registrato un fatturato di oltre 100 milioni di euro, con una crescita del 25% rispetto all’anno precedente. Già presente in 19 delle 20 città metropolitane italiane, ha la sua sede principale a Roma, uffici a Milano e Firenze.
Mercoledì 9 Maggio 2018, 21:51 - Ultimo aggiornamento: 09-05-2018 21:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP