Magaldi, impianto in Corea del Sud
Contratto del valore di 7 mln di euro

Il gruppo salernitano Magaldi ha siglato con Doosan Heavy Industries & Construction, una delle principali società industriali coreane, un contratto del valore di 7 milioni di euro per la fornitura del sistema di trasporto delle ceneri pesanti prodotte dalle due caldaie “Ultra Supercritiche” della potenza di 1.040 megawatt ognuna.

Le caldaie, attualmente in costruzione presso la centrale termica a carbone di Gangneung Anin, in Corea del Sud, di proprietà di Gep, una società per azioni costituita nel 2014 da una joint venture tra la Korea South-East Power e dalla Samsung C&T, saranno fornite da Doosan Heavy Industries & Construction assieme alle turbine e alle principali attrezzature della centrale e saranno ultimate entro il 2023.

Per ogni caldaia dell’impianto, Magaldi fornirà il sistema Mac (Magaldi Ash Cooler) associato al sistema Mar (Magaldi AshRecycling) in modo da garantire, oltre all’estrazione e al raffreddamento delle ceneri pesanti anche il ricircolo delle stesse in caldaia.

L’azione di ricircolo della cenere pesante all’interno della caldaia, garantita dalle soluzioni Magaldi, produrrà un unico sottoprodotto derivante dalla combustione del carbone, ovvero la cenere leggera, che potrà essere riutilizzata in altri processi industriali, come la preparazione di cemento, calcestruzzo e non sarà più necessario inviarla in discarica o negli invasi artificiali, evitandone in questo modo la dispersione nell’ambiente.

Sin dall’inizio l'obiettivo dell’utilizzatore finale, per far fronte alle problematiche della Corea del Sud dovute al forte inquinamento, è stato quello di costruire una centrale elettrica a carbone di prim'ordine utilizzando tecnologie di ultima generazione in grado di garantire una migliore efficienza energetica e la riduzione di emissioni inquinanti.
Grazie alle loro caratteristiche, l’utilizzo dei sistemi Magaldi rispecchia appieno le esigenze dell’utilizzatore finale e del mercato coreano, dove sono stati forniti 19 impianti Mac e 4 impianti Mac-Mar, consentendo una gestione delle ceneri pesanti più efficiente per garantire il massimo rispetto dell’ambiente.

“Con questo nuovo contratto – commenta Mario Magaldi, presidente dell'omonimo gruppo – consolidiamo la nostra presenza nel mercato asiatico, un segmento che rappresenta per noi il 50% del fatturato della divisione Power. Grazie al know-how dei nostri ingegneri proseguiamo nella produzione di impianti ad alto valore aggiunto in grado di fornire soluzioni all’avanguardia in tutto il mondo, nel rispetto delle normative ambientali”.
Mercoledì 3 Aprile 2019, 21:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP