Manovra, un bonus per l'acquisto di latte artificiale: tutte le novità

Giovedì 12 Dicembre 2019 di Andrea Bassi
Manovra, un bonus per l'acquisto di latte artificiale: tutte le novità

Con un emendamento notturno il governo ha dato il via libera alla cancellazione degli sconti diretti in fattura per il sisma-bonus (l'agevolazione fino all'85% per chi adegua la propria abitazione ai criteri antisismici) e per l'eco-bonus (lo sconto del 65% per le caldaie a condensazione, le pompe di calore e i pannelli solari). Un vero e proprio dietrofront, dopo che con il decreto-crescita il precedente governo aveva deciso di dare la possibilità ai cittadini che volevano adeguare sismicamente o rendere più efficienti energeticamente le proprie abitazioni, di non dover attendere 10 anni per ottenere le detrazioni fiscali, ma di poterle cedere direttamente alle imprese a fronte di uno sconto immediato in fattura di pari importo.

Mes: sì al salva Stati, ma M5S a pezzi. Di Maio contro Salvini

«La cancellazione totale del meccanismo dello sconto in fattura per gli interventi di riqualificazione energetica e messa in sicurezza sismica rappresenta un danno per i cittadini e le imprese», ha detto il presidente dell'Ance Gabriele Buia. A proporre l'emendamento era stata la Commissione industria del Senato. L'altra novità è l'arrivo invece di un bonus per l'acquisto del latte artificiale per le mamme che non possono allattare. Il bonus potrà arrivare fino a 400 euro al mese ed essere erogato fino al sesto mese di vita del neonato. Sarà un decreto del ministero della Salute da emanare entro marzo a stabilire i requisiti economici per l'accesso al bonus e per quali impedimenti all'allattamento al seno (condizioni patologiche, compresi i casi di ipogalattia e agalattia). Cambia ancora poi, la plastic tax, il cui importo già sceso da 1 euro a 50 centesimi al chilogrammo si riduce ancora a 45 centesimi. Sì agli esami in farmacia in tutta Italia.

IMPRESE
Sgravi per gli apprendisti
Le microimprese, con meno di nove dipendenti, che assumono apprendisti nel 2020 avranno uno sgravio contributivo del 100 per cento per i primi tre anni, ferma restando l'aliquota del 10 per cento per gli anni successivi. Lo prevede un emendamento del Partito democratico, a prima firma Manca, approvato ieri dalla commissione Bilancio del Senato. Lo sgravio vale per chi assume con contratti di apprendistato di primo livello per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore. Sempre sul fronte delle imprese, via libera anche ad un piano straordinario per il made in Italy e per contrastare l'italian sounding.

SCUOLA
Sostegno a chi si abbona ai giornali
Un contributo fino al 90% della spesa dal 2020 per le scuole statali e paritarie che acquistano abbonamenti a quotidiani, periodici e riviste scientifiche e di settore, anche in formato digitale, all'interno di programmi per la promozione della lettura critica. Lo prevede un emendamento alla manovra approvato in commissione Bilancio in Senato. A partire dall'anno scolastico 2020-2021, viene previsto anche un contributo per gli studenti delle superiori, sempre pari al 90% della spesa, per gli abbonamenti a giornali e riviste utilizzando la Carta dello Studente «IoStudio». Gli studenti possono chiedere il «bonus» attraverso le scuole. Per il primo anno potranno partecipare solo gli studenti del primo anno delle superiori. Stanziati 20 milioni all'anno dal 2020. 

TURISMO
Incentivi se è legato all'olio
L'oleoturismo come l'enoturismo: arriva in manovra un regime agevolato per chi organizzi visite e degustazioni nei luoghi di produzione dell' olio d'oliva. Lo prevede un emendamento approvato in commissione Bilancio al Senato, che equipara l'oleoturismo all'enoturismo ai fini del nuovo regime fiscale. Nel dettaglio, da gennaio 2020 i produttori agricoli che svolgono attività di enoturismo godranno della determinazione forfetaria del reddito imponibile, ai fini Irpef, con un coefficiente di redditività del 25 per cento e, a talune condizioni, un regime forfettario dell'Iva. Le attività di «oleoturismo» sono tutte quelle di conoscenza dell' olio d'oliva nei luoghi di produzione, e consistono nelle visite nei luoghi di coltura, di produzione o di esposizione degli strumenti utili alla coltivazione dell'ulivo.

PLASTICA
La tassa scende a 45 centesimi
Cambia ancora la plastic tax. Pronta una nuova modifica alla tassa sulla plastica in manovra. La misura colpirà i prodotti monouso in tetrapack, a differenza di quanto era stato disposto nell’ultima modifica. Ma l’importo dell’imposta dovrebbe scendere, dai 50 centesimi ai 45 centesimi al chilogrammo. «La plastic Tax proposta dal Governo non ha alcun effetto positivo sull’ambiente mentre avrà un forte impatto negativo sugli investimenti delle imprese e sull’occupazione. Così come è stata definita ha il solo scopo di fare cassa e può generare un effetto discriminatorio tra imprese, privilegiandone alcune a discapito di altre», ha detto Mauro Lusetti, presidente Alleanza Cooperative a nome dei copresidenti Maurizio Gardini e Giovanni Schiavone.

ASILI
Assunzione per 390 maestre
Via libera a 390 assunzioni per l’organico delle scuole per l’infanzia. Il contingente dei 390 posti verrà ripartito tra le regioni. Sempre sul fronte della Pa, arriva poi una stretta alle sanzioni per i dirigenti e funzionari che non rispettano gli obblighi di trasparenza nella Pubblica Amministrazione: la commissione bilancio del Senato ha approvato un emendamento a prima firma del presidente Antimafia Nicola Morra che cambia le sanzioni. Per chi non pubblica i dati, la sanzione amministrativa va dal 30 al 60% dell’indennità di risultato o dell’indennità accessoria del responsabile della trasparenza e il provvedimento viene pubblicato online. Attualmente le sanzioni arrivano ad un massimo di 10mila euro.

REDDITO
Lavoro a termine assegno congelato
Arriva una «sospensione», anziché la decadenza, dal Reddito di cittadinanza per la durata di contratti brevi, che non superino la fine dell’anno in cui il lavoro è iniziato. Lo prevede un emendamento del M5S riformulato e approvato dalla commissione Bilancio del Senato che di fatto «congela» il beneficio in caso di contratti a tempo. La proposta era stata presentata proprio per incentivare i percettori del reddito ad accettare anche lavori di breve durata o con redditi «marginali» mentre si è all’interno del programma del Reddito di cittadinanza. Con la «sospensione» del Reddito di cittadinanza «interveniamo per snellire le procedure burocratiche, rendendole più efficienti e tutelando chi alla scadenza del contratto riacquista lo status di disoccupato, ha spiegato la senatrice Campagna.

 

Ultimo aggiornamento: 12:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA