Milleproroghe, tutte le misure del decreto

Domenica 22 Dicembre 2019
Milleproroghe, tutte le misure del decreto

Gli interventi più consistenti riguardano le autostrade, ma i 45 articoli del decreto Milleproroghe contengono disposizioni che toccano gli ambiti più disparati: dalla cura dei giardini al mercato dell'energia, passando per le authority o per la sperimentazione sugli animali. Il testo, varato dal consiglio dei ministri, è stato approvato salvo intese. Non c'è niente di definitivo, quindi. È ancora una bozza.

AUTOSTRADE: sono due gli interventi che riguardano le autostrade. Il primo prevede uno slittamento fino (al massimo) al 31 luglio dell'aumento dei pedaggi che, invece, i concessionari avrebbero potuto far scattare a gennaio. In un primo momento, il rinvio era previsto al 30 giugno. In pratica, il governo chiede che prima venga perfezionato l'iter di aggiornamento dei piani economici-finanziari. L'altra disposizione prevede che in caso di revoca, decadenza o risoluzione delle concessioni di strade o di autostrade, il servizio venga affidato all'Anas, in attesa della gara per il nuovo affidamento. Un passaggio ulteriore definisce cosa spetti al concessionario e cosa all'amministrazione, in termini di penali e risarcimenti, in caso di stop alla concessione.

MERCATO ENERGIA: Il milleproroghe ripropone il rinvio da luglio 2020 al primo gennaio 2022 della fine del mercato tutelato dell'energia, in favore del solo mercato libero. La norma era stata inserita in manovra, ma poi era stata stralciata.

BONUS VERDE: stesso iter per il bonus verde, apparso e poi scomparso dalla manovra, e infine riapparso nel Milleproroghe. Anche per tutto il 2020 sarà possibile detrarre il 36% delle spese per la riqualificazione dei giardini e terrazzi.

ANIMALI: Due anni in più per poter condurre sperimentazioni di droghe, alcol e tabacco sugli animali. La norma riguarda i test sulle sostanze da abuso e gli studi sui trapianti di tessuti o organi da animale a uomo. In pratica, il milleproroghe fa slittare lo stop all'impiego di animali dal 2020 al 2022. GSE: Un articolo dispone la nomina di un commissario per la Gse (Gestore servizi energetici), società partecipata dal Mef, fino all'approvazione del bilancio dell'esercizio 2020.

STATO EMERGENZA GENOVA: Lo stato di emergenza per Genova in seguito al crollo del Ponte Morandi viene prorogato fino a tre anni.

VERTICI AUTHORITY: I vertici di Agcom e del Garante della Privacy resteranno in carica fino al 31 marzo 2020. È invece saltata la norma «per assicurare la continuità» delle funzioni dell'Autorità nazionale anticorruzione (Anac), in attesa che venga scelto il successore di Raffaele Cantone, che ha lasciato la presidenza a ottobre 2019.
 

Ultimo aggiornamento: 20:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA