L'accordo tra Intesa Sanpaolo e Pam: cooperazione nel Mediterraneo

Protocollo d'Intesa per cooperare e creare sinergie in ambiti di interesse comune

La stretta di mano istituzionale
La stretta di mano istituzionale
Venerdì 25 Novembre 2022, 14:19
3 Minuti di Lettura

Intesa Sanpaolo e Pam, l’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo, hanno firmato un Protocollo d'Intesa per cooperare e creare sinergie in ambiti di interesse comune, come promuovere l'accesso a finanziamenti, l'istruzione, lo scambio culturale nel settore finanziario, sostenibilità e cooperazione internazionale nel commercio nella regione Euro-Mediterranea e del Golfo. L'obiettivo è contribuire alla crescita e allo sviluppo delle relazioni, dei Paesi e delle società.

Intesa Sanpaolo è l'unico gruppo bancario italiano ad aver firmato un accordo con Pam, collaborando anche nella realizzazione di tirocini ed exchange per studenti allo scopo di facilitare il loro inserimento nel mondo del lavoro. Il Mediterraneo assume un ruolo sempre più strategico in quanto grande area di contatto tra Asia, Africa ed Europa, con spiccate prospettive di ulteriore crescita. L’Italia, in particolare il suo Sud, grazie anche alla sua posizione geografica, rappresenta un naturale punto di snodo nei rapporti culturali e commerciali per l’intera Area.

Marco Elio Rottigni, Chief International Subsidiary Banks Division ha dichiarato: «Attraverso la nostra Divisione International Subsidiary Banks, Intesa Sanpaolo ha una forte presenza nell'Area del Mediterraneo dove gestisce oltre 950 filiali operanti nel commercial banking in 12 paesi dell'Europa Centro Orientale e del Nord Africa, servendo 7 milioni di clienti retail. Intesa Sanpaolo, in quanto uno dei gruppi bancari leader nella regione, può fruire della sua posizione privilegiata e delle sue best practices ed è particolarmente lieta ed orgogliosa di collaborare con Pam a progetti e attività comuni.» On. Gennaro Migliore, Presidente Emerito di Pam ha dichiarato: «Favorire l'integrazione finanziaria ed economica sarà fondamentale per sostenere la crescita e la stabilità a lungo termine delle nostre regioni. La nostra Assemblea si è sempre impegnata in tal senso e questo MoU rappresenta un'altra pietra miliare in questa direzione. Voglio ringraziare sinceramente i nostri amici di Intesa Sanpaolo. Lavoreremo fianco a fianco per una regione euromediterranea e del Golfo più integrata e più sostenibile». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA