Assegno unico, quanti soldi riceveranno le famiglie? Online il simulatore Inps

Giovedì 30 Dicembre 2021 di Francesco Bisozzi
Assegno unico, ecco quanti soldi riceveranno le famiglie: online il simulatore dell'Inps

Adesso è possibile sapere quanto si riceverà con il nuovo assegno unico per i figli. Online il simulatore dell'Inps: il servizio permette agli interessati di simulare l’importo mensile della nuova prestazione di sostegno per i figli a carico. Il servizio è accessibile liberamente ed è consultabile da qualunque dispositivo mobile o fisso. Non sono richieste credenziali per il suo utilizzo. L'entità del beneficio cambia in base all'Isee e al numero dei figli (previste maggiorazioni per i nuclei numerosi). In linea generale la cifra che atterrerà sui conti correnti degli aventi diritto a partire dal mese di marzo sarà compresa tra 50 e 175 euro.

 

 

 

Assegno unico, le cifre

 

Ma facciamo qualche esempio. Una famiglia con un figlio minore di 18 anni con Isee fino a 15mila euro riceverà 175 euro, 350 se i figli sono due e 610 euro (grazie agli extra) se i minori a carico sono 3. Una famiglia con Isee pari a 30mila euro e un solo figlio under 18 riceverà 100 euro, il doppio se i figli sono due e 343 euro se i figli invece sono 3. Una famiglia con Isee di 40mila euro o più dovrà accontentarsi di 50 euro a figlio al mese, ovvero 600 euro in un anno. Per calcolare l’importo dell’assegno teoricamente spettante occorre inserire alcune informazioni.

 

 

 

 

 

Cosa serve per calcolare la cifra

 

Necessari i dati sulla composizione del nucleo familiare: vanno specificati il numero di figli, l’età anagrafica e lo stato di disabilità. Richiesto l'importo presunto Isee: il simulatore fornisce un risultato attendibile se viene inserito il valore Isee in corso di validità per l’annualità 2022. Per quanto riguarda la maggiorazione “transitoria”: per ottenere il calcolo della componente fiscale eventualmente spettante per coloro che sono in possesso di Isee fino a 25.000 euro, in sostituzione delle detrazioni fiscali è necessario provvedere all’inserimento del reddito complessivo Irpef di ciascun genitore (comprensivo dell’eventuale quota di reddito soggetto a tassazione sostitutiva e la ritenuta alla fonte a titolo d’imposta o d’acconto).

 

 

 

 

 

 

Risultato indicatore

 

Ai fini del calcolo della componente familiare, l’Indicatore della situazione reddituale può essere assunto dalla attestazione Isee del genitore richiedente, sottolinea infine l'inps.  Attenzione però perché il risultato del simulatore dell’assegno unico è solamente indicativo, dal momento che per ottenere la prestazione occorre presentare relativa domanda e attendere l’esito dell’istruttoria della domanda stessa svolta dall’INPS che verifica le auto-dichiarazioni rese sulla base delle informazioni presenti nelle banche dati a disposizione dell’Istituto.

 

 

Ultimo aggiornamento: 31 Dicembre, 10:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA