Banca di Credito Popolare, mattinata di Educazione Finanziaria Pay like a ninja

Martedì 20 Ottobre 2020

Nell’ambito del Mese dell’Educazione Finanziaria, iniziativa partita nel 2018 ed indetta dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria, per sensibilizzare all’educazione finanziaria e migliorare le competenze dei cittadini italiani in materia di risparmio, investimenti, previdenza, assicurazione, si svolgerà il prossimo 22 ottobre l’evento online Pay like a ninja, organizzato dalla Banca di Credito Popolare, con la collaborazione di FEduF e NEXI.

L’iniziativa, rivolta agli studenti delle scuole secondarie di II grado del territorio, condurrà gli oltre 250 ragazzi in collegamento alla scoperta delle nuove forme di moneta e pagamenti elettronici, dalle carte alle app ai portafogli elettronici, illustrando i processi collegati alla dematerializzazione del denaro e le innovative frontiere del digitale, affinché siano consapevoli nell’utilizzo dello stesso.

Al termine della lezione tutti gli studenti si sfideranno su un test online sui temi affrontati, ed i primi tre saranno premiati dalla Banca di Credito Popolare - con un piccolo premio in denaro su Carta prepagata - e dalla FEduF.

Favorire le conoscenze alle nuove generazioni su tematiche di natura finanziaria e facilitare la crescita di una cittadinanza attiva e responsabile, rientra nelle attività che la Banca di Credito Popolare porta avanti con la coscienza di ricoprire, come banca popolare legata al proprio territorio, oltre a un ruolo economico, un importante ruolo sociale là dove opera da oltre 130 anni.

Tra l’altro, in un’epoca in cui il digitale è entrato prepotentemente nelle nostre vite, ed in un momento in cui l’emergenza sanitaria in corso ha messo un intero Paese di fronte alla necessità di affrontare una vita “da remoto” è quanto mai necessario dotare i nostri giovani delle conoscenze e degli strumenti di competenza finanziaria.

Proprio la crisi che stiamo vivendo sta sottolineando infatti la necessità di concentrarsi sull’importanza dell’alfabetizzazione finanziaria, che in Italia presenta attualmente alti margini di miglioramento.

“È necessario – commenta Mauro Ascione, Presidente BCP - in un momento di grandi cambiamenti e incertezze rafforzare il nostro impegno anche sull’educazione finanziaria, offrendo a tanti giovani la possibilità di riflettere sul valore del denaro e rafforzare le loro conoscenze sull’utilizzo della moneta virtuale e sul futuro dei pagamenti digitali.

Tanto più che la nostra Banca, in questo particolare momento storico, oltre alle numerose misure messe in atto per il sostegno all’economia del territorio, ha accelerato le proprie strategie di digitalizzazione e rafforzato la presenza dei sistemi di pagamento digitali, con strumenti innovativi per soddisfare le diverse esigenze con soluzioni semplici e sicure”


 

Ultimo aggiornamento: 21 Ottobre, 10:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA