Bollette: in Campania si è speso il 7,1% in meno rispetto alla media nazionale

Martedì 28 Settembre 2021
Bollette: in Campania si è speso il 7,1% in meno rispetto alla media nazionale

Lo scorso anno, complice la riduzione del costo delle materie prime, le tariffe energetiche sono diminuite ma, di contro, le tante ore trascorse in casa hanno fatto salire i consumi, soprattutto per l’elettricità. In Campania, secondo l’analisi di Facile.it, il bilancio è in chiaroscuro: la bolletta elettrica è salita del 6,9% e ha raggiunto i 520 euro. È andata relativamente meglio, invece, sul fronte del gas; i consumi, nonostante i lockdown, sono rimasti sostanzialmente stabili e i campani hanno così potuto beneficiare in pieno del calo delle tariffe spendendo, in media, 631 euro. Il dato fa guadagnare alla regione il primo posto nella graduatoria nazionale delle aree dove si spende di meno per il gas.

Complessivamente, quindi, tra luce e gas, nel 2020 le famiglie campane hanno messo a budget 1.151 euro, vale a dire il 7,1% in meno rispetto alla media nazionale; la regione risulta così essere la terza area italiana dove lo scorso anno si è pagato meno in bollette. Per il 2021, però, il conto potrebbe essere ben più salato se si considera che nella prima parte dell'anno i prezzi sono aumentati e potrebbero lievitare ulteriormente nei prossimi mesi.

Con ottima probabilità per chi è nel mercato tutelato gli aumenti scatteranno automaticamente dal 1 ottobre, mentre chi è in regime di mercato libero o decide di fare il passaggio a questo sistema potrebbe spendere meno visto che, già oggi, guardando alle migliori offerte disponibili è possibile risparmiare fino al 16% per la bolletta elettrica e fino al 13% per quella del gas.

© RIPRODUZIONE RISERVATA