Bonus affitti, si allunga la detrazione per gli under 31. Per i giovani agevolazioni anche per i mutui

Venerdì 7 Gennaio 2022
Bonus affitti, si allunga la detrazione per gli under 31: tetto massimo 2mila euro l'anno

Bonus affitti, si allunga la detrazione Irpef per gli under 31. Nel 2022, secondo quanto stabilito dalla legge di Bilancio approvata a fine anno, lo sconto per le locazioni dei giovani che vanno a vivere da soli aumenta a quattro anni di contratto (erano tre). Prorogato anche lo sconto sui mutui per i giovani che acquistano una casa.

A chi spetta

La norma stabilisce che "ai giovani di età compresa fra i 20 e i 31 anni non compiuti, con un reddito complessivo non superiore a 15.493,71 euro, che stipulano un contratto di locazione per l'intera unità immobiliare o porzione di essa da destinare a propria residenza" spetta "una detrazione dall’imposta lorda pari a euro 991,60". La detrazione, se superiore, sale fino al 20 per cento del canone di locazione ma con un tetto di 2.000 euro. 

L'affitto

La casa presa in affitto (può essere anche solo una stanza) deve essere "diversa dall'abitazione principale dei genitori", stabilisce ancora la norma. La detrazione spetta per i primi quattro anni di durata contrattuale.

I mutui

Prorogati per il 2022 anche gli aiuti per i giovani che vogliono comprare casa. Uno sconto che si estende anche alle pertinenze dell'immobile agevolato, come il box e la cantina per esempio. E' previsto l'azzeramento delle imposte di registro, ipotecaria e catastale e anche l'esenzione dall'imposta sostitutiva per i mutui erogati per l'acquisto, la costruzione e la ristrutturazione di immobili ad uso abitativo. 

I BENEFICIARI

Nel dettaglio, il bonus è riservato a chi non ha ancora compiuto trentasei anni di età nell'anno in cui l'atto è rogitato. Ma al momento della stipula dell'atto, bisogna dichiarare anche di avere un valore Isee non superiore a 40mila. Con il bonus prima casa under 36 non è dovuta l'imposta sostitutiva delle imposte di registro, di bollo, ipotecarie e catastali e delle tasse sulle concessioni governative prevista in ragione dello 0,25% della somma mutuata. 

LA GARANZIA

Il pacchetto per gli under 36 prevede inoltre una garanzia sui mutui, anche questa prorogata per il 2022. Il decreto Sostegni bis ha stabilito infatti che la garanzia statale sul mutuo per la prima casa può arrivare fino all’80% dell’importo finanziato, per mutui fino a 250.000 euro. L’agevolazione riguarda i mutui ipotecari per il solo acquisto, anche con accollo da frazionamento (da costruttore), ovvero per l'acquisto con interventi di ristrutturazione e accrescimento dell'efficienza energetica, dell’immobile.

La garanzia può arrivare fino all’80% solo se la banca concede un mutuo d’importo superiore all’80% rispetto al prezzo d’acquisto dell’immobile e se L'Isee (Indicatore Situazione Economica Equivalente) non supera 40.000 euro. Se l'Isee è oltre 40mila euro si può accedere comunque alla garanzia ma solo fino al 50% dell'importo finanziato. Si può accedere al Fondo di Garanzia sui mutui se non si possiede alcun altro immobile a uso abitativo.

I risparmi

Un under 36 che compra un immobile da 150.000 euro può risparmiare qualcosa come 1.942 euro, ,a cui si sommerebbe la riduzione dell'onorario del notaio. Ancora meglio nel caso dell'acquisto di nuove abitazioni: oltre all'esenzione dalle imposte per 900 euro si può ottenere anche un credito di imposta di 6.000 euro pari all'Iva sul valore dell'immobile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA