Bonus mobilità, al via il click day. Ministero Ambiente: "Fondi garantiti per tutti"

Martedì 3 Novembre 2020

(Teleborsa) - È partito il click day per il bonus mobilità. A partire dalle ore 9 di questa mattina è attiva la piattaforma del ministero dell'Ambiente che consentirà di poter usufruire del bonus per l'acquisto di bici, elettriche e non, monopattini elettrici o veicoli simili, oltre a strumenti di mobilità condivisa a uso individuale, come lo sharing di bici, monopattini e scooter. Annunciata mesi fa, la misura è stata introdotta nel Decreto Rilancio, con l'obiettivo di incentivare la mobilità privata ecosostenibile.

Nel dettaglio il buono potrà coprire il 60% della spesa sostenuta, fino a un massimo di 500 euro ma potrà essere richiesto solo dai cittadini maggiorenni residenti nei capoluoghi di Regione (anche sotto i 50mila abitanti), nei capoluoghi di Provincia (anche sotto i 50mila abitanti), nei Comuni con popolazione superiore a 50mila abitanti e nei Comuni delle città metropolitane (anche al di sotto dei 50mila abitanti).

Sarà possibile richiedere il rimborso per gli acquisti già effettuati a partire dal 4 maggio scorso o generare un buono per un futuro acquisto per il quale, compatibilmente con la disponibilità di fondi, c'è tempo fino a fine anno.

Per ottenere il rimborso occorrerà possedere lo scontrino parlante o la fattura e per accedere alla piattaforma è necessario munirsi dell'identità digitale Spid. Chi deve ancora effettuare un acquisto, potrà emettere il buono da presentare al venditore, della validità di 30 giorni dall'emissione tramite piattaforma. Il buono, tuttavia, sarà spendibile solo presso i rivenditori aderenti all'iniziativa.

Sarà possibile accedere al buono fino a esaurimento dei fondi disponibili e fino al 31 dicembre 2020. Il rischio è, infatti, che i fondi non siano sufficienti a soddisfare tutte le richieste. Sebbene il ministero abbia paventato anche il ricorso a nuovi fondi assicurando di aver già stretto un accordo con il ministero dell'Economia per inserirli nella legge di bilancio, al momento sono stati stanziati per l'incentivo mobilità per biciclette acquistate dal 4 maggio al 31 dicembre un totale di 210 milioni di euro. Una cifra che stando ai numeri di Confindustria Ancma che stima 540mila acquisti solo nel primo mese dopo il lockdown, con la possibilità di arrivare a superare la soglia di un milione di bici vendute per fine anno, oltre ai monopattini, non sarebbe sufficiente.

Parte alle ore 9 di questa mattina 3 novembre la corsa per accedere al bonus bicicletta. Da quell'ora scatta il click day e sarà possibile accedere al portale appositamente approntato dal ministero dell'Ambiente per registrare la fattura o lo scontrino parlante dell'acquisto e mettersi in coda per accedere all'incentivo.

Dopo rinvii e promesse, il ministero ha infatti deciso che le richieste per l'incentivo fino a 500 euro per chi ha acquistato biciclette, anche a pedalata assistita, e monopattini potranno essere fatte dal 3 novembre sulla base dell'ordine di inserimento delle fatture sulla apposita piattaforma del ministero, e non sulla base della data delle fatture.

Gli aventi diritto all'incentivo del bonus mobilità dovranno collegarsi e registrarsi con le credenziali Spid, inserire la fattura o lo scontrino parlante e completare con il proprio Iban.

Apparentemente si tratta di un'operazione molto semplice, ma come sempre in queste occasioni il rischio di un crash del sito di fronte all'accesso contemporaneo di qualche decina di migliaia di persone. Dal ministero rassicurano che tutto dovrebbe funzionare al meglio, anche grazie alle garanzie di Sogei.
Al ministero dell'Ambiente è attivo dalla mattinata di oggi 3 novembre un team pronto a intervenire per sbloccare eventuali blocchi del sistema: chi avesse problemi può chiamare il centralino del ministero al numero 0657221 o all'Urp (0657225722, urp@minambiente.it) che inoltrerà al team chiamate e quesiti.

Il bonus copre il 60% dell'acquisto fino a un massimo di 500 euro per i cittadini residenti in Comuni con oltre 50mila abitanti.

L'impegno del ministero rimane quello di soddisfare tutte le richieste, anche facendo ricorso a nuovi fondi. Al momento sono stati stanziati per l'incentivo mobilità per biciclette acquistate dal 4 maggio al 31 dicembre un totale di 210 milioni di euro. Sulla base di una media di 350 euro a persona si arriva a coprire 600mila richieste.

In realtà i numeri sarebbero ben superiori: Confindustria Ancma stima 540 mila acquisti solo nel primo mese dopo il lockdown, con la possibilità di arrivare a superare la soglia di un milione di bici vendute per fine anno, senza tenere conto dei monopattini. Difficile però prevedere quante di queste avranno diritto al bonus e in che misura.

In ogni caso il ministero assicura di avere già l'accordo con il ministero dell'Economia per inserire nuovi fondi nella legge di bilancio sulla base delle richieste non evase, prelevandoli dai proventi delle aste verdi e da fondi interno del ministero.

L'identità Spid sarà necessaria anche per coloro che non hanno ancora effettuato l'acquisto e che chiedono quindi il voucher da spendere entro il 31 dicembre. Anche se non tutti i rivenditori sembrano intenzionati ad accettarlo, visto che l'adesione a questa seconda fase è volontaria per i dettaglianti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA