Bonus Pc 2021, ancora metà dei fondi a disposizione ma non in tutte le Regioni: come richiedere il voucher da 500 euro

Mercoledì 7 Luglio 2021 di Giusy Franzese
Bonus Pc 2021, ancora metà dei fondi a disposizione ma non in tutte le Regioni: come richiedere il voucher da 500 euro

Per ora c’è ancora capienza, salvo in Lombardia dove i fondi a disposizione sono finiti. E tutti i principali gestori di telefonia offrono pacchetti per usufruire dell’agevolazione: stiamo parlando del voucher famiglie di 500 euro per l’accesso a internet, comunemente chiamato “bonus pc”. È un’agevolazione pensata per i nuclei familiari con Isee fino a 20.000 euro che non hanno ancora la connessione internet veloce. Un handicap non da poco, generatore di disuguaglianze di opportunità, come è diventato palese con la didattica a distanza e lo smart working in questo anno e mezzo di pandemia. Il voucher di fatto è diviso in due parti: una per l’abbonamento al gestore telefonico, l’altra per l’acquisto di pc o tablet. La misura scade a ottobre 2021, salvo proroghe.

 

Bonus tv, 100 euro per acquistarne una nuova (senza limiti Isee). I requisiti per ottenerlo

 

Bonus pc, i beneficiari

Possono richiedere il voucher i nuclei familiari (uno a famiglia) con un Isee fino a 20.000 euro, non titolari di contratto di connettività internet. Possono richiederlo anche le famiglie che hanno già una connessione internet a banda larga di base, inferiore a 30Mbit/s in download e a 15 Mega in upload , per ottenere una connessione migliorativa, che permetta di raggiungere la velocità della fibra ottica FTTH, ovvero 1 Giga in download.

 

L’IMPORTO 

I nuclei in possesso dei requisiti suddetti potranno usufruire di uno sconto fino a 500 euro in totale per l’intero servizio, ovvero sia il contributo per attivare l’abbonamento a internet, sia il contributo per l’acquisto contestuale di un tablet o un computer. Se il costo del prodotto supera l’importo del contributo, i gestori chiedono la differenza sarà in contanti.

 

 

COME SI RICHIEDE

L’agevolazione va chiesta direttamente all’operatore di telefonia fissa, compilando un modulo voucher PC Internet scaricabile sul sito di Infratel (piano voucher, allegato C). Nel modulo si deve dichiarare di avere i requisiti richiesti, che nessun altro nel nucleo familiare ha già fatto domanda o ottenuto l’agevolazione, fornendo i propri dati anagrafici e fiscali con le relative fotocopie dei documenti. Si deve inoltre indicare il tablet o il pc scelto. Può essere attivato un solo contributo per ciascun nucleo familiare presente nella medesima unità abitativa. Attenzione: non si può acquistare un PC o un tablet con il voucher senza attivare contestualmente una promozione Internet casa, la cui durata dovrà essere di almeno 12 mesi. L’operatore telefonico riceverà il rimborso per gli sconti applicati dalla società Infratel.

 

 

I FONDI DISPONIBILI

Si tratta di un beneficio ad esaurimento fondi, che sarà dunque erogato sulla base del criterio cronologico. Le risorse - complessivamente 200 milioni di euro - sono distribuite su base regionale e privilegiano le Regioni del Sud Italia, quelle ancora meno servite dal piano nazionale della banda ultralarga. La misura è entrata in vigore a ottobre 2020 e scadrà a ottobre prossimo. Ci sono ancora la metà delle risorse disponibili. Attualmente infatti soltanto la regione Lombardia ha esaurito il plafond assegnato. Piemonte, Marche, Umbria, Veneto, Campania e Calabria hanno attivato o prenotato più della metà dei fondi disponibili, ma hanno ancora spazio per molte richieste. In Basilicata, Emilia-Romagna. Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Molise e Provincia di Bolzano c’è oltre l’80% dei fondi disponibili. Il Lazio, la Sicilia, l’Umbria e il Vento, hanno ancora oltre il 70% delle risorse assegnate a disposizione per le nuove domande.

Ultimo aggiornamento: 10 Luglio, 10:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche