Da accordo Parigi a migranti, Biden prepara la svolta immediata

Lunedì 18 Gennaio 2021
Da accordo Parigi a migranti, Biden prepara la svolta immediata
(Teleborsa) - Misure di sicurezza rafforzate in vista dell'Inauguration Day del 20 gennaio a Washington, con il Pentagono che ha autorizzato il dispiegamento fino a 25 mila uomini della Guardia Nazionale, a difesa della cerimonia del giuramento e dell'insediamento alla Casa Bianca di Joe Biden, in un clima di crescente tensione. I militari inizialmente previsti per le strade della capitale federale era di 21 mila.

Il Presidente "uscente" Trump ha fatto sapere che diserterà la cerimonia: "Per tutti coloro che me l'hanno chiesto, non andrò all'Inaugurazione il 20 gennaio", aveva twittato venerdì 8 gennaio, prima che anche Twitter, dopo Facebook, oscurasse il profilo fino alla fine del suo mandato, in scia all'escalation di preoccupazione dopo l'assalto dei suoi sostenitori a Capitol Hill, costato la vita a 5 persone.

Nel frattempo, il transition team di Biden ha fatto sapere che il neo Presidente firmerà i suoi primi decreti per la lotta alla pandemia e gli aiuti all'economia già a partire dal 20 gennaio, appena insediato alla Casa Bianca.

In tutto, una decina i decreti che verranno varati immediatamente, al massimo entro dieci giorni. Come nelle attese si tratterà in parte di norme che aboliranno alcuni dei più controversi provvedimenti di Donald Trump, come il divieto di ingresso negli Usa da alcuni Paesi musulmani. Via libera poi al ritorno degli Stati Uniti nell'accordo di Parigi sulla lotta ai cambiamenti climatici e al programma che permette di riunire le famiglie di immigrati separate al confine col Messico.

Tra le disposizioni sul fronte della lotta alla pandemia l'obbligo di indossare la mascherina nelle proprietà federali e nei viaggi tra stato e stato degli Usa. Previsto anche lo stop agli sfratti e lo slittamento dei pagamenti dei prestiti contratti dagli studenti universitari. © RIPRODUZIONE RISERVATA