Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Gas: la Germania nazionalizza Uniper, la più importante azienda importatrice di metano

Mercoledì 21 Settembre 2022
Guerra e gas: la Germania nazionalizza Uniper, la più importante azienda importatrice di metano

Il governo tedesco diventerà l'azionista di maggioranza di Uniper, il più grande importatore di gas della Germania nonché il principale fornitore di gas delle famiglie tedesche (dal colosso dipendendono centinaia di municipalizzate, circa il 40% dell'approvvigionamento tedesco di metano, secondo i dati forniti dal Ministero dell'Economia). Un'operazione che ha una portata molto ampia: 30 miliardi di euro tra nazionalizzazione e aiuti già messi in campo per scongiurare il fallimento. 

Dopo l'acquisizione delle filiali tedesche di Rosneft, ecco un altro tentativo di affrontare la crisi energetica causata dalla decisione della Russia di interrompere tutte le forniture di gas. Anche in Germania gli operatori come Uniper si sono trovati a spendere cifre astronomiche per comprare nuovo gas sul mercato libero e sono sprofondate in una crisi senza precedenti. Bloomberg scrive di ​un'impennata dei prezzi che sta facendo accumulare all'azienda perdite fino a 100 milioni di euro al giorno. Per questo il salvataggio della Germania è un'operazione storica.

Dopo il completamento di un aumento di capitale e l'acquisizione di azioni Uniper da Fortum (il precedente azionista di maggioranza finlandese) il governo tedesco possiederà circa il 98,5% di Uniper, ha annunciato Fortum mercoledì.

Il governo tedesco ha intenzione di iniettare circa 8 miliardi di euro in Uniper come parte di un accordo storico per nazionalizzare il gigante del gas ed evitare il collasso del settore energetico del Paese.

Il ministro, Robert Habeck, ha spiegato che «la nazionalizzazione è diventata necessaria visto che la situazione si è aggravata fino a diventare drammatica dopo la chiusura, a inizio settembre, del gasdotto Nordstream 2, che collega la Russia alla Germania». E ha confermato il "supplemento gas" (Gasumlage), una misura che carica sulle bollette degli utenti finali gli alti costi energetici sopportati dai forinitori. Le bollette aumentate verranno emesse a partire dal 1° ottobre. «Il supplemento gas verrà introdotto il primo ottobre», ha detto Habeck. «Si tratta di un ponte per garantire la solidità finanziaria di Uniper», ha continuato Habeck a proposito di una misura oggetto di forti polemiche nel governo e con l'opposizione.

Ultimo aggiornamento: 23 Settembre, 10:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA