Huawei, gli USA fanno arrestare la direttrice finanziaria Meng Wanzhou

(Teleborsa) - Meng Wanzhou, direttrice finanziaria del colosso cinese Huawei Technoologies, è stata arrestata in Canada su mandato degli Stati Uniti. Il fermo, avvenuto lo scorso primo dicembre ma reso noto solo nelle ultime ore, sarebbe relativo ad un'indagine delle autorità statunitensi per presunte violazioni delle sanzioni all'Iran da parte della società. Domani 7 dicembre l'udienza di convalida dell'arresto.

Figlia maggiore del fondatore di Huawei Ren Zhengfei, è stata bloccata all'aeroporto di Vancouver ed ora rischia l'estradizione negli USA, che ne hanno fatto richiesta. Dunque nuovo caso diplomatico in vista con la Cina, a pochi giorni dalla tregua commerciale siglata da Trump e Xi Jinping al G20. La risposta di Pechino non si è fatta attendere, e tramite una nota ha presentato formale richiesta di rilascio "di una cittadina cinese che non ha violato alcuna legge, un caso che è anche una seria violazione dei diritti umani".

La notizia dell'arresto, unita ai timori dei possibili attriti che può generare tra USA e Cina, ha spinto in basso i principali indici asiatici, con Tokyo e Shanghai in perdita di quasi due punti percentuali.


Giovedì 6 Dicembre 2018, 09:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP