Huawei su nuove accuse USA: "Infondate e ingiuste. Danneggiano nostra reputazione"

Venerdì 14 Febbraio 2020
(Teleborsa) - Huawei replica alle nuove accuse arrivate dagli USA. Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, infatti, ha depositato nuovi capi d'imputazione contro la big cinese delle tlc, per i reati di "criminalità organizzata" e "furto di segreti commerciali", oltre a quella di aver violato le norme statunitensi per le sanzioni all'Iran.

Accuse che Huawei rigetta, affermando che sono "infondate" ed "ingiuste". "Questo nuovo atto d'accusa - spiega la società in una nota - è parte del tentativo del Dipartimento di Giustizia di danneggiare irrevocabilmente la reputazione di Huawei e la sua attività per motivi legati alla concorrenza, piuttosto che all'applicazione della legge stessa".

"Queste nuove accuse - conclude lo statemernt - sono prive di fondamento e si basano in gran parte su vecchie dispute ripescate dagli ultimi 20 anni, che sono state precedentemente risolte, contestate e in alcuni casi, respinte da giudici e giurie federali". Ultimo aggiornamento: 14:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA