Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

INPS, nasce l'Area Servizi Integrati per le pensioni della gestione pubblica

Lunedì 1 Agosto 2022
INPS, nasce l'Area Servizi Integrati per le pensioni della gestione pubblica
(Teleborsa) - Consolidare e potenziare l'interoperabilità tra le Amministrazioni pubbliche e l'Inps nelle attività propedeutiche alla definizione e liquidazione delle pratiche di pensione dei dipendenti pubblici, in un'ottica di semplificazione e ottimizzazione dei processi con conseguente riduzione dei tempi per la definizione della prestazione. Con questo obiettivo l'Inps dà il via al nuovo portale multiservizio ASI (Area Servizi Integrati) per le pensioni della gestione pubblica.

ASI – spiega l'Inps i una nota – è dotato di un'area "multiservizi" personalizzata che consente alle amministrazioni, in occasione del collocamento a riposo dei propri dipendenti, di certificare e comunicare all'Inps la data e il motivo di cessazione dal servizio del dipendente, gli ultimi dati retributivi (c.d. dati di "ultimo miglio") e le informazioni delle ritenute da applicare in continuità con lo stipendio.

Con l'ASI inoltre le amministrazioni possono: visualizzare le domande di pensione presentate all'Inps e lo stato di lavorazione della liquidazione e/o delle riliquidazioni di pensione; visualizzare tutti gli atti amministrativi di concessione della pensione; effettuare con i servizi consulenziali messi a disposizione dall'Inps le simulazioni del diritto e dell'importo della pensione.

Del nuovo portale si è dibattuto lo scorso 26 luglio presso la Direzione di Coordinamento Metropolitano di Milano dell'Inps alla presenza del personale del Comune di Milano, della Questura e Prefettura di Milano, del Ministero dell'Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza e dei rappresentanti delle Direzioni Centrali Pensioni e Tecnologia, informatica e innovazione, promotori dell'incontro.

Dopo la sperimentazione il nuovo portale entrerà a regime – spiega l'Inps – "per diventare il principale strumento di colloquio in tema previdenziale e consentire a tutte le pubbliche amministrazioni di interagire con l'Inps velocemente per offrire servizi sempre più aderenti alle esigenze e alle aspettative del cittadino/utente, nell'ottica proficua della personalizzazione del rapporto con l'utenza".

© RIPRODUZIONE RISERVATA