Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Manovra 2022, rimborso di 10 milioni per i proprietari di case occupate abusivamente. Cartelle, proroga di 180 giorni

Nel pacchetto delle misure non ancora inseriti incentivi e proroga delle cartelle

Lunedì 20 Dicembre 2021 di Michele Di Branco
Sfratti bloccati, arriva il rimborso per i proprietari. In Manovra contributi per 10 milioni

Governo in soccorso dei piccoli proprietari di case danneggiati dalle norme anti-sfratti. Arriva un fondo di solidarietà per chi ha affittato un immobile e, anche dopo aver ottenuto una convalida di sfratto per morosità, non ha potuto metterla in pratica a causa della sospensione dei provvedimenti di rilascio stabilita con uno dei decreti Covid

Bonus idrico, rubinetti e docce: sconto fino al 2021, proroga di un anno sino a fine 2023

Manovra, da bonus mobili a ristori per blocco sfratti: le novità

Il meccanismo

Il contributo, che potrà essere utilizzato da chi è proprietario di un solo immobile, riguarda unicamente le locazioni ad uso abitativo, e verrà concesso esclusivamente se il canone pesa almeno per il 40% alla formazione del reddito Isee del locatore. 

La logica dell’operazione è sostenere i proprietari per i quali i proventi degli affitti rappresentano una parte consistente del bilancio familiare. Il fondo avrà una dotazione di 10 milioni di euro per il 2022 ed erogherà contributi (pari al 50% del canone, ma non oltre 6 mila e 400 euro) ai proprietari di casa per ciascun mese per cui ha subito la sospensione dell’esecuzione, fino ad un massimo di 16 mesi. Questo emendamento è parte del pacchetto delle modifiche alla manovra messe a punto con l’accordo, stabilito due giorni fa, tra maggioranza e governo. Sul piatto ci sono circa trenta emendamenti. E ieri il voto in commissione è ancora slittato fino alla tarda serata. La situazione è ingarbugliata e c’è il rischio concreto di andare lunghi con i tempi. La manovra va infatti approvata entro l’anno.

I temi

Tra l’altro nel fascicolo presentato ieri non figurano al momento l’emendamento sul superbonus 110% per le abitazioni unifamiliari (che cancella il tetto Isee di 25 mila euro), quello sullo slittamento al 30 giugno del pagamento delle cartelle esattoriali notificate nei primi tre mesi del prossimo anno e quello sull’anticipo pensionistico per gli operai dell’edilizia. Tre riforme molto attese che però, assicurano fonti della maggioranza, entreranno in legge di Bilancio nelle prossime ore.

Confermata intanto la proroga al 31 marzo 2022 dell’esenzione del pagamento della Tosap-Cosap per bar, ristoranti e ambulanti, e il raddoppio del bonus mobili (solo per il prossimo anno) da 5 mila a 10 mila euro. Nero su bianco anche il fondo per favorire la formazione di giovani conducenti nel settore dell’autotrasporto, il cosiddetto “voucher patente”, che mette a disposizione 4 milioni di euro per il 2022 e 5 milioni per il 2023 e per il 2024 per coprire l’80% delle spese sostenute per il conseguimento della patente e delle abilitazioni professionali per la guida dei veicoli destinati all’esercizio dell’attività di autotrasporto di persone e merci.

Ancora a proposito di Superbonus 100%, quello per gli interventi nei comuni colpiti da eventi sismici a partire dall’aprile 2009 è stato prorogato al 2025. Novità in arrivo sul fronte occupazione: spuntano sgravi al 100%, nei primi tre anni, per i datori di lavoro che stipulano contratti di apprendistato nel 2022 e che hanno meno di 9 dipendenti. La misura riguarda i contratti di primo livello per ottenere la qualifica e il diploma professionale, il diploma delle superiori e il certificato di specializzazione tecnica superiore. Le risorse sono pari a 1,2 milioni nel 2022, 2,9 milioni nel 2023, 4 milioni nel 2024. 

Come previsto, è stato prorogato il bonus idrico. L’agevolazione per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio dell’acqua viene estesa fino al 2023 con una dotazione di 1,2 milioni di euro. 

Bonus idrico

Sul fronte università: per sostenere gli studenti fuori sede con un Isee sotto i 20mila euro viene incrementato di 2 milioni di euro, per il 2022, il fondo di finanziamento ordinario degli Atenei. E potrà dare sostegno anche per l’acquisto di dispositivi di connessione dati di rete personale o domestica, anche tramite telefonia mobile. Come ogni anno, è arrivata la pioggia di micro-modifiche alla manovra: nelle prime riformulazioni, oltre un centinaio, spuntano decine di proposte sotto il milione, fino al record dei micro interventi raggiunto con un emendamento delle Autonomie che stanzia 7 mila euro per esentare dal pedaggio autostradale vigili del fuoco, forestale e protezione civile valdostana. Tra le proposte, si va dagli 82 mila euro per il comune di Verduno per assumere 2 amministrativi ai 600mila euro per i campi sportivi dell’istituto Mennea di Barletta, dai 125mila euro per la riqualificazione della sede monumentale dell’Accademia Galileiana di Padova ai 150mila euro per la tutela del sughero nazionale. 

Ultimo aggiornamento: 21 Dicembre, 10:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA