Mercati europei in rosso tra Fed e Ucraina

Mercati europei in rosso tra Fed e Ucraina
Martedì 15 Marzo 2022, 11:00
3 Minuti di Lettura
(Teleborsa) - Si muovono al ribasso le principali borse europee che ampliano i cali dell'avvio penalizzate dallo stallo dei colloqui tra Mosca e Kiev nel quarto round di negoziati, dal forte calo registrato dai listini azionari asiatici sulla scia del balzo dei contagi in Cina e delle possibili sanzioni sulle aziende cinesi per via dei legami con la Russia. Intanto la Federal Reserve si prepara domani ad avviare la sua exit strategy, con il primo aumento dei tassi d'interesse dal 2018, nel tentativo di domare l'inflazione e sfidare i rischi di stagflazione, alimentati da prospettive economiche più deboli a causa della guerra in Ucraina.

Sul mercato valutario, l'Euro / Dollaro USA prosegue gli scambi con un guadagno frazionale dello 0,48%. L'Oro è in calo (-0,97%) e si attesta su 1.931,3 dollari l'oncia. Giornata da dimenticare per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia a 97,56 dollari per barile, con un ribasso del 5,29%.

In lieve rialzo lo spread, che si posiziona a +160 punti base, con un timido incremento di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari all'1,93%.

Nello scenario borsistico europeo vendite a piene mani su Francoforte, che soffre un decremento del 2,16%, seduta negativa per Londra, che mostra una perdita dell'1,46%; pessima performance per Parigi, che registra un ribasso del 2,43%. A Milano, forte calo del FTSE MIB (-1,76%), che ha toccato 23.013 punti; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share crolla dell'1,75%, scendendo fino a 25.178 punti.
Al top tra le azioni più importanti di Milano, segna un buon incremento Terna, che riporta un +0,77% rispetto al precedente.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Moncler, che prosegue le contrattazioni a -4,54%.

Sessione nera per Tenaris, che lascia sul tappeto una perdita del 3,85%.

In perdita Interpump, che scende del 3,57%.

Pesante Iveco Group, che segna una discesa di ben -3,42 punti percentuali.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Salcef Group (+4,85%), Banca Ifis (+1,17%) e B.F (+0,86%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Biesse, che continua la seduta con -13,64%.

Seduta negativa per Datalogic, che scende del 7,88%.

Sensibili perdite per Zignago Vetro, in calo del 5,31%.

In apnea Ferragamo, che arretra del 4,79%.

Tra le grandezze macroeconomiche più importanti:

Martedì 15/03/2022
03:00 Cina: Vendite dettaglio, annuale (atteso 3%; preced. 1,7%)
03:00 Cina: Produzione industriale, annuale (atteso 3,9%; preced. 4,3%)
03:00 Cina: Tasso disoccupazione (atteso 5,1%; preced. 5,1%)
08:00 Regno Unito: Richieste sussidi disoccupazione (atteso -28K unità; preced. -31,9K unità)
08:00 Regno Unito: Tasso disoccupazione (atteso 4%; preced. 4,1%).
© RIPRODUZIONE RISERVATA